Il web si scatena contro Paky: “omofobo e razzista”

Fedez ha creato un grandissimo evento con Love Mi, portando un mega concerto in diretta su Italia 1 e soprattutto portando sul palco di Piazza Duomo a Milano tantissimi giovani rapper, sicuramente tra i più amati dai giovani. Rhove, Shiva e Paky sono stati infatti i tre artisti più acclamati dalla folla che ha riempito Piazza Duomo martedì (28 giugno). Poteva forse filare tutto liscio?

Ovviamente no.

Il web, diversi media e molti utenti Twitter si sono indignati per alcune frase tratte da Blauer di Paky.

In particolare la frase “Figlio di puttana, non finocchio, ho una nove vera, non farlocco”, ha scatenato il putiferio.

Perché? Perché è ritenuta “agghiacciante, scandalosa, omofoba e razzista”. Tutto in una botta sola.

Ma nel centro del mirino dei politicamente corretti è finito più Fedez di Paky. Ebbene sì, perché Fedez avrebbe la colpa di aver permesso a Paky di cantare certe “oscenità”.

Ma aspetta, non è ancora finita. A proposito di Fedez, il Sussidiario.net ci regala una mega perla “Fedez avrebbe dovuto commentare, dato che sui social è sempre stato paladino degli smalti per uomini e il colore rosa anche sui maschi”.

E aggiunge “i testi di Paky sono molto aggressivi e ricchi di frasi colorite. Un esempio? Metto rapper puttan* in ginocchio, o ancora: la scena in Italia è piena di ricchioni. Frasi e parole che è dura ascoltare nel 2022 senza storcere il naso”.

Io credo sia dura leggere frasi come queste e commenti di gente che dà dell’omofobo a Paky e punta il dito su Fedez e sugli smalti. Credo sia dura essere nel 2022 e avere ancora persone che puntano il dito random e cercano polemiche e indignazione sui testi rap.

È lecito non conoscere questo genere musicale e il suo linguaggio, così come è lecito non apprezzarlo, ma prendere ogni parola, puntualmente da 20 anni, e strumentalizzarla per creare polemiche su un artista e un genere musicale è da ignoranti cosmici.

E vorrei anche capire come sentire in una canzone la frase “rapper ricchioni” sia da considerarsi omofobia, e come la colpa possa essere di Fedez…

2 Commenti

  • Fran
    5 Luglio 2022

    a me sinceramente, da persona omosessuale ha dato un po’ fastidio sentire in diretta nazionale la f word, capisco sia il linguaggio del rap e tutto, ma non pensi che la canzone sarebbe rimasta orecchiabile anche senza usarla? Perché okay, magari lui non sarà omofobo, ma immagina andare ad un concerto per altri cantanti e sentir dire da tutto il pubblico la parola che ti ha fatto è ti fa star male da anni. E molti ragazzi che lo seguono potrebbero fare lo stesso, e sarebbe un peccato dato il grande percorso di miglioramento e sensibilizzazione che la nostra società sta affrontando nei confronti della comunità lgbt+. Capisco sia il linguaggio Urban ecc, ma si può fare del buon rap anche senza usare parole a caso e dando un significato a questa canzone, ti invito ad ascoltare l’album Crisalide di Beba perché lei ci riesce benissimo.

  • Ale
    10 Agosto 2022

    Secondo me Paky si dovrebbe proprio vergognare a dire queste parole su poveri ragazzi LGBT+. Secondo le Fedez non c’entra nulla anche non c’è solo lui che potrebbe fermarlo, ci sono tantissime persone che, purtroppo, seguono ancora a Paky e loro potrebbero fermarlo ma invece lo acclamano. Per colpa sua potrebbero anche suicidarsi persone perché essendo un personaggio pubblico le frasi che dice potrebbero essere usate anche da persone comuni ad una persona LGBT+ o persona di una pelle più scura. Stiamo nel 21º secolo è ancora ci sono omofobi, razzisti e maschilisti? Io non ci posso credere ma mi sembra che le generazioni “più recenti” sono più ignoranti di generazioni “più antiche”. Io penso che come Paky ci siano altri cantanti che non faccio i nomi perché non mi sembra giusto adesso che dovrebbero fermarsi perché dovremmo essere un Paese più libero e non ci dovremmo vergognare per ciò che siamo. Spero che prima i poi si prendano provvedimenti altrimenti di questo passo ritorniamo nell’800 avanti Cristo però non dopo. Anche perché ci sono personaggi storici LGBT+come Giacomo Leopardi o William Shakespear o Abrham Lincoln e tantissimi altri. Quindi le persone LGBT+ dovrebbero andare fiere di assomigliare a personaggi come loro. Ma poi la scienza ha detto chiaramente che siamo tutti bisex poi crescendo capiamo cosa ci piace di più ma fondamentalmente siamo bisex quindi anche lui si sta “offendendo” da solo. E poi per quanto riguarda le frasi razziste per quanto voglio essere religioso ma si sa che siamo nati dalle scimmie e che l’uomo primitivo era di pelle scura quindi anche i suoi antenati sono neri e non tutti bianchi. Lo trovo un po’ insensato tutto questo accanimento.

Lascia un commento