Com’è nato il dissing tra i Nirvana e i Guns N’Roses?

Com’è nato il dissing tra i Nirvana e i Guns N’Roses?

Nirvana e Guns N’ Roses: due band che hanno letteralmente fatto la storia.
Kurt Cobain e Axl Rose: due personaggi sicuramente eccentrici, molto diversi tra loro, quasi agli antipodi, ma accumunati da un passato difficile e da una rivalità infinita.
Inizialmente Axl era fan dei Nirvana, ma è bastata una dichiarazione di Kurt Cobain a cambiare gli equilibri e a trasformare la stima in astio.

Non siamo la vostra tipica band modello Guns N’Roses che non ha assolutamente niente da dire” dichiara Cobain in un’intervista del 1991. L’anno successivo rincara la dose con un’altra dichiarazione “ribellarsi vuol dire scendere in campo contro persone come i Guns N’ Roses“.
Axl apparentemente incassa e offre ai Nirvana di fargli da supporter di lusso per alcuni loro concerti, in pratica di aprire i loro concerti, Kurt Cobain non ci sta e dice di non voler perdere tempo con una band ridicola e priva di talento.
Qui scoppia il casino. Axl sale sul palco e dà dei fottuti tossici a Kurt Cobain e a Courtney Love e parla pure della loro figlia che, secondo voci dell’epoca, sarebbe nata con una dipendenza da eroina.


Poi Axl e Kurt sono passati allo scontro vero e proprio. Siamo nel 1992, nel backstage degli MTV VMA Axl incontra Kurt e Courtney con la figlia. Courtney gli propone ironicamente di fare da padrino alla piccola, Axl risponde “fai tacere la tua troia”, Kurt si gira verso la moglie e ironicamente le dice “stai zitta troia”. Scoppia una rissa, poi passata alla storia, tra le due band al completo che si menano.

I Nirvana salgono sul palco e, dopo aver cantato Lithium, il batterista Dave Grohl saluta al microfono Axl con quel Hi Axl che ha rappresentato il culmine del dissing tra i Nirvana e i Guns N’Roses.

Kurt Cobain continua la sua crociata contro i Guns N’Roses e dà del sessista, omofobo e razzista ad Axl: “Axl è un fottuto sessista, razzista e omofobo, non potete stare dalla loro parte e dalla nostra contemporaneamente. Mi spiace che io debba fare questa netta distinzione, ma è qualcosa che non potete ignorare. E, oltretutto, non sanno scrivere buona musica”. Sceglie di farlo in un’intervista con la pubblicazione LGBT The Advocate.

Dopo la morte di Kurt Cobain i Nirvana e i Guns N’Roses capiscono di essere di fatto due facce della stessa medaglia ed è proprio uno dei membri dei Guns N’Roses a telefonare a Groh per fare le condoglianze.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: