“Puoi solo fare un balletto da rincoglionito”. Guè si riferisce a Rondodasosa?

“Puoi solo fare un balletto da rincoglionito”. Guè si riferisce a Rondodasosa?

Se parliamo di dissing e di Fast Life 4 siamo tutti concordi nel dire che Luchè ha dissato Capo Plaza e fin qui non ci piove. Ci sono però due strofe che fanno pensare a due dissing, o meglio frecciatine, rivolte a Rondodasosa. Ma come? I dissing non si facevano solo su Instagram? Che stranezza è questa? Ironia a parte, si tratta di frecciatine rivolte al solito nemico immaginario, o stereotipo e rigorosamente senza fare nomi, perché si sa mai che poi possa scapparci un feat. In molti hanno pensato che le frecciatine in questione siano rivolte a Rondodasosa, ma in realtà quanti ce ne sono oggigiorno che fanno le sue stesse cose? È come aver detto qualche anno fa “fanculo te e il tuo grillz”, il range di chi portava i grillz era vastissimo.


Comunque, la prima frecciatina è di Guè Pequeno ed è contenuta nella traccia Wagyu:
Lo faccio per i G, lo faccio per i player
Tu sei finto, tu sei soft come la tua softair
E non premi quel grilletto, non sei un blood o un crip
E puoi solo fare un balletto da rincoglionito
Puccio gyoza, i numeri non fanno di te Mozart“.

Nonostante non abbia fatto nomi, Guè sembra rivolgersi a Rondodasosa, che ha, per così dire, risposto facendo le sue solite mossette e faccine nelle Instagram stories, salvo poi cancellare la storia. ASILO MOOD.

La seconda frecciatina è di Lazza e la troviamo in Alex.

Ti ho visto sulla Rai, ma frate, era Rai quattro
Che parlavi di soldi, quelli che non hai fatto
Sento dire che spari, sì, spari con Call Of Duty
Fai i segni con le mani, sembra che fai il TG per i sordomuti“.

Anche in questo caso Lazza sembra riferirsi a Rondodasosa e ai numerosi meme a lui rivolti, ma smentisce, ci fa sapere che con Rondo sono amici e che se fosse stato rivolto a lui avrebbe fatto il suo nome. Come quando ha fatto fatto il nome di Fedez dopo averlo accusato di plagio?

La terza frecciatina è quella di Marracash in Smith & Wesson Freestyle dove dice “p?nsi di fottere con Marra
Don’t do that
Tutti questi scemi col durag
Ferri e no bullets
Non lo usi il ferro
Un diamante nella testa come Uzi, tengo“.

In particolare “scemi col durag” fa pensare proprio a Rondo che è l’unico ad averlo usato.

Alla fine è la solita storia del nemico immaginario, di quel personaggio fantomatico che esiste e non esiste. Non ci sono più i dissing di una volta, perché sembra che oggi, o ci si insulta nelle Instagram stories, o si resta sul vago senza fare nomi. E non perché noi (pubblico) siamo curiosi di sapere a chi siano rivolte alcune parole, ma perché se hai qualcosa da dire a qualcuno, dille e stop. È troppo comodo dire e non dire, è da paraculi.


A tal proposito mi trovo d’accordo con le parole di Jamil:
tutti i rappers si lamentano di altri rappers o fanno rime dove dicono spacco più di te, tu sei scarso, bla bla. Ma non capisco mai di chi cazzo parlano. Se dal tuo profilo instagram segui 20 altri rappers italiani non puoi dire la scena fa schifo, spacco la scena, etc, fai ridere. Stiamo diventando ridicoli, avete tutti la bocca larga ma i vostri nemici sono tutti immaginari. Fatelo un nome ogni tanto perché chi vi ascolta non capisce un cazzo. Se non volete sbilanciarvi per paura di perdere qualche fan che avete in comune con quelli che provate ad insultare, non lamentatevi e non fate i fichi. Garantisco.
lo starò sulle palle a tutti, ma almeno sono sempre stato chiaro“.

Ok, Jamil ultimamente ha un po’ rotto il cazzo e qui “accusa” i colleghi di fare i vaghi, ma anche lui non fa nomi, però ha ragione. E che cazzo.

È tutto un non dissing rivolto a non si sa chi, o a libera interpretazione del pubblico a casa, perché loro devono mantenere la facciata del siamo tutti amici. Una roba fake assurda. Sembra che abbiano paura di fare i nomi, di dire Rondodasosa (o chi per lui) sei un fake ridicolo, mi stai sul cazzo. Non si capisce se la paura è di scontentare i fan in comune con l’altro artista e di perderli, o di perdere la possibilità di fare una futura collaborazione. Fatto sta che non fanno nomi, ma parlano al nemico immaginario. Eppure negli USA si dissano, si sparano anche, ma si dissano anche tra appartenenti alla stessa etichetta, qui in Italia vige l’omertà.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: