I gossip della settimana

I gossip della settimana

Questa settimana è stata giustamente un po’ sottotono dal punto di vista del gossip, l’attenzione era rivolta principalmente a quanto stava accadendo negli Stati Uniti. La morte di George Floyd ha davvero sconvolto il mondo, e quindi si è parlato di Trump, della figlia di George Floyd che ha gridato “papà ha cambiato il mondo”, delle varie donazioni da parte di personaggi famosi, come i 2 milioni di dollari donati da Kanye West, sull’esito dell’autopsia di George Floyd, fino ad arrivare al Black Lives Matter di oggi.

 

Anche in questo caso non sono mancate le polemiche. 

 

FEDEZ E MARRACASH.

 

Marra non perde occasione per punzecchiare indirettamente Fedez, sminuendo il suo impegno socio-politico e persino la polemica sfociata in querela con Gasparri.

 

 

 

 

La polemica è stata alimentata anche da Esse Magazine che ha provato a buttare la questione su una sorta di gara: chi è più impegnato in ambito socio-politico Marracash o Fedez? Un dibattito che ricorda chi è la nuova Miss Italia e che ovviamente non ha portato a nulla di buono. Fedez è rimasto nel suo, mentre Marra ha provato ad arrampicarsi rispondendo ai parecchi commenti negativi nei suoi confronti.

 

 

View this post on Instagram

Questo è il dibattito social del giorno scaturito da un post di Esse Magazine nel quale l’intento era palesemente quello di creare ulteriore maretta tra Fedez e Marracash ed eleggere l’artista più impegnato nella politica e nel sociale. Chi è la reginetta del ballo tra Fedez e Marracash?⁣⁣ ⁣⁣ Ma è davvero necessario ridurre il tutto a una gara a chi ha fatto di più tra i due? Non si può giocare nello stesso campionato? È quello che si domanda anche Fedez, ma se dobbiamo fare la gara, facciamola. ⁣⁣ ⁣⁣ Chi tra @kingmarracash e @fedez si è attivato maggiormente in temi politici e sociali?⁣⁣ Fedez senza ombra di dubbio. Dal caso Gasparri, al recente Codacons, alla raccolta fondi organizzata in piena emergenza sanitaria. Fedez si è sempre espresso nel bene e nel male, ottenendo denunce, querele e interrogazioni parlamentari, non da ultimo quelle con il Codacons. Sono solo SCARAMUCCE SOCIAL come le chiama Marra? O sono battaglie reali? Il Codacons ha denunciato Fedez, ma a sua volta Fedez ha ottenuto che la polizia controllasse in modo meticoloso l’operato del Codacons, questo episodio non ha forse a che fare con un operato a livello sociale che riguarda tutti noi? O è riducibile solo a storie Instagram volte a farsi vedere, come sostiene Marra?⁣ […]⁣ Le canzoni, da sole, in un impegno socio-politico reale sono solo belle parole su un beat che non portano a niente se non sono accompagnate da azioni e gesti reali. Gli N.W.A., per esempio, non ci hanno insegnato niente? Così come non servono delle storie su Instagram a cambiare le cose se non sono accompagnate da gesti concreti. I commenti recenti di Marra suonano alquanto contraddittori e sembrano volti più a sostenere la propria abilità artistica e a screditare l’impegno socio-politico di Fedez, ma realmente a cosa serve? [Articolo completo su www.rebelmag.it] ⁣ ⁣ ⁣ Cosa ne pensi?⁣ Vorresti un confronto diretto tra Marracash e Fedez su questo argomento?⁣ ⁣ ⁣ Be you, be R.E.B.E.L.⁣ #rebel #rebelmag #fedez #marracash #rap #rapitaliano #news⁣

A post shared by R.E.B.E.L. (@rebel_mag) on

 

 

ELETTRA LAMBORGHINI.

 

La Lamborghini non ha sposato l’iniziativa del #blackouttuesday e ha dato degli ipocriti a chi chi l’ha fatto.

 

Non mi piace pubblicare quello che pubblicano gli altri, perché è semplicemente un hype. Molti di loro non sanno neanche cosa sta succedendo nel mondo. Celebrano le giornate per i gay con le foro arcobaleno e poi sono i primi a chiamarli froci. Oggi è la giornata in cui bisogna mettere la foto nera, e poi sono i peggio razzisti. Io non ci sto, se foste tutti così buoni non sarebbe un mondo di merda, quindi non fate gli ipocriti perché alla fine si parla di questo.

Voi siete gli stessi che qualche mese fa ve la prendevate quando sbarcavano quelle quattro vite in Italia, che poi erano bambini e madri, vorrei vedere se fossero stati i vostri famigliari, siete gli stessi che giudicano dal colore della pelle. Io compatisco quelle persone che non vedono al di là del loro naso e non sanno niente, non sanno la bellezza che ci può essere dietro una cultura differente. Però così non andiamo da nessuna parte. Postare una foto e essere i peggio razzisti non serve, non è quello il cambiamento. Non si cambia il mondo con le foto virali”.

 

 

View this post on Instagram

Martedì (2 giugno) è partita sui social l’iniziativa BlackOut Tuesday, migliaia di personaggi famosi e non, hanno condiviso sui social foto completamente nere accompagnate all’hashtag #blackouttuesday a sostegno dell’omicidio di #Georgefloyd e delle rivolte che hanno invaso gli Stati Uniti. Elettra Lamborghini non si è unita a questa onda social, perché la ritiene da ipocriti.⁣ ⁣ “Non mi piace pubblicare quello che pubblicano gli altri, perché è semplicemente un hype. Molti di loro non sanno neanche cosa sta succedendo nel mondo. Celebrano le giornate per i gay con le foro arcobaleno e poi sono i primi a chiamarli froci. Oggi è la giornata in cui bisogna mettere la foto nera, e poi sono i peggio razzisti. Io non ci sto, se foste tutti così buoni non sarebbe un mondo di merda, quindi non fate gli ipocriti perché alla fine si parla di questo.⁣ Voi siete gli stessi che qualche mese fa ve la prendevate quando sbarcavano quelle quattro vite in Italia, che poi erano bambini e madri, vorrei vedere se fossero stati i vostri famigliari, siete gli stessi che giudicano dal colore della pelle. Io compatisco quelle persone che non vedono al di là del loro naso e non sanno niente, non sanno la bellezza che ci può essere dietro una cultura differente. Però così non andiamo da nessuna parte. Postare una foto e essere i peggio razzisti non serve, non è quello il cambiamento. Non si cambia il mondo con le foto virali”. [Articolo completo su www.rebelmag.it] ⁣ ⁣ ⁣ Sei d'accordo con il pensiero di #elettralamborghini?⁣ ⁣ ⁣ Be you, be R.E.B.E.L.⁣ #rebel #rebelmag #rap #rapitaliano #news⁣

A post shared by R.E.B.E.L. (@rebel_mag) on

 

 

DISSING.

 

Vorrei solo chiedere alla Vignali perché ha fatto uscire un pezzo” dice Dani Faiv in Pezzo Grosso, traccia contenuta nel suo ultimo disco Scusate se esistiamo, facendo chiaro riferimento a NADA il singolo di debutto della Vignali.

Valentina, in merito all’uscita di NADA, aveva dichiarato “Mettetevi comodi, è finita l’era in cui il rap era solo degli uomini!
Ora, accortasi della frecciatina di Dani Faiv, prende il beat di Yoshi e risponde in “rima” al rapper, o almeno ci prova.

 

 

 

 

SIDE BABY È INGRASSATO.

 

 

Side Baby si è mostrato su Instagram con qualche chilo in più e ha promesso che in questi mesi si è dedicato al suo corpo e alla musica e che presto pubblicherà qualcosa.

 

 

 

 

I commenti si sono però concentrati sul suo girovita e tra i vari bodyshaming, quello che sta facendo maggiormente discutere arriva da una femminista, che si dichiara contro il bodyshaming ma fa bodyshaming.

 

 

InShot_20200607_164130193

 

 

SOCIAL BOOM.

 

Social Boom è stato bannato da YouTube per una settimana. Stando a quanto raccontato in un video, la colpa sarebbe di Fedez che aveva apertamente dichiarato il suo dissenso nei confronti di un video pubblicato dallo youtuber nel quale Gallagher veniva pestato. Lui si difende ritenendo il suo lavoro giornalistico e coniando l’hashtag #freesocialboom

 

 

Please follow and like us:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: