Ernia: “vi è partita la nave di sentirvi chiamare artisti”

Ernia: “vi è partita la nave di sentirvi chiamare artisti”

Sicuramente la musica è arte e essendo il rap un genere musicale, anche il rap è arte. Ma e questo ma lo vorrei scrivere a caratteri cubitali, quindi MA non tutto quello che ascoltiamo, quello che ci propinano e ci spacciano come arte i musica è definibile artistico. C’è troppa roba in giro, che vende per carità, che viene ascoltata, ma che non è neanche minimamente paragonabile all’arte. 

Qui si inseriscono bene le parole di Ernia, che, rispondendo alla domanda di un fan via Instagram stories, ha senza mezzi termini parlato di come la parola arte sia inflazionata da molti suoi colleghi.

 

 

Screenshot_20190923-092237_Instagram.jpg

 

 

Anch’io molto spesso mi sento in imbarazzo nel chiamare artisti determinati personaggi, ma come si possono chiamare? Quello lì? Quello che non sa cantare e fa musica di merda? In realtà con una definizione del genere ci sarebbe poi l’imbarazzo della scelta nel comprendere di chi sto parlando, quindi via libera all’interpretazione personale. Certo è vero che quando ho parlato con Mambolosco e mi sono sentita dire “io faccio arte, la mia musica è arte” mi sono sentita più che in imbarazzo. Ho provato a non ridergli in faccia, perché per me musica e arte sono un’altra cosa dal dire guarda come flexo.

 

 

 

 

Detto questo, le parole di Ernia non fanno una piega ma sminuiscono tutti quelli (pochi) che ancora riescono a dire qualcosa su un beat. Sminuiscono anche la sua stessa musica, quindi lo voglio vedere la prossima volta che sarà in promozione con disco a dire “ho sparato cazzate e parole a caso su un beat, così per divertirmi“, invece verrà fatto passare come il nuovo capolavoro di Ernia, manco fosse Leonardo Da Vinci o Voltaire, come è anche giusto che sia quando uno lavora a un disco e deve promuoverlo per venderlo. Se no tanto vale che si diverta a fare musica in cameretta con i suoi amici.

Che molti non siano artisti ma pagliacci, miracolati è un dato di fatto. Che molta musica che esce non sia musica ma merda su un beat anche, ma del resto la Merda d’artista di Piero Manzoni è stata venduta all’asta a ben 182.500 sterline.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: