Mondo Marcio vs Corriere Della Sera “scrivi di rap senza saperne niente”

Mondo Marcio vs Corriere Della Sera “scrivi di rap senza saperne niente”

Mondo Marcio, in una serie di Instagram stories, tocca un tema a me molto caro, ovvero i giornalisti che scrivono di rap sulle grandi testate senza sapere di chi e cosa stanno scrivendo. Nello specifico, Mondo Marcio parla di un articolo scritto da Federica Bandirali sul Corriere Della Sera. È evidente che la giornalista non abbia la più pallida idea né di chi sia Mondo Marcio, né di cosa sia il rap. La cosa più agghiacciante è che, oltre a non sapere niente di questo genere musicale, non si é nemmeno presa la briga di documentarsi. Scrivendo per una testata come Il Corriere Della Sera, ha di fatto peccato di mala informazione.

Queste sono le parole scritte dalla giornalista:

“Cremona festeggia i 60 anni di carriera di Mina con un’estate all’insegna dei concerti di grandi artisti, italiani e internazionali, pronti a renderle omaggio con la loro voce e musica. Era l’agosto del 1958 quando Mina Mazzini, allora diciottenne, diventò la voce di un gruppo tutto cremonese, gli «Happy Boys»: così iniziò la sua carriera che l’ha portata a essere tra le più grandi interpreti della canzone pop italiana. Il 2 luglio, per il Festival Acquedotte, arrivano a Cremona i Simple Minds, gruppo scozzese che darà il via al tour italiano proprio da piazza del Comune: c’è grande attesa per lo show che potrebbe proprio regalare un omaggio alla Tigre di Cremona. «Basterebbe un accenno di canzone» mormorano i cremonesi che sono pronti anche a sentire la versione rap dei motivi di Mina cantati da Fabri Fibra (il 16 luglio) e dal grande artista italiano Antonello Venditti (il 9 luglio) che da romano si trasformerà, per una sera, in cremonese doc. Il rapper Mondo Marcio arriverà a Cremona il 27 luglio pronto a intonare «a suo modo» tutte le canzoni di Mina che ha preso lei come ispirazione per sviluppare un progetto artistico basato su un linguaggio innovativo. La rassegna Ballando ballando, molto amata dagli over 60, prevede balere in tutti i quartieri della città: ovviamente si balleranno anche i lenti dolcissimi della grande e indimenticata cantante cremonese. In attesa di un suo ritorno in città”.

 

Mondo Marcio ha espresso perfettamente l’andazzo di molti giornalisti italiani che si ritrovano a scrivere di rap pur non sapendone niente, e lo fanno solo perché oggi il rap è la nuova moda del momento. Per carità, non tutti sono tenuti ad ascoltare rap, ad essere esperti conoscitori di questo genere musicale, ma si dà per scontato che se scrivi di qualunque argomento che non ti é familiare, dovresti quanto meno informarti prima. Purtroppo molti guardano ancora il rap come se fosse qualcosa di strano e di nuovo, non ne conoscono il linguaggio, la storia, gli esponenti passati e attuali, parlano così tanto per, giusto per scrivere una notizia. Eppure basterebbe così poco, basterebbe informarsi prima di scrivere, ma se questo é il giornalismo italiano, allora siamo messi proprio male.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: