Killer Mike è stato arrestato ai Grammy Awards 2024

Il rapper e attivista di Atlanta Killer Mike è stato arrestato per un reato minore durante la cerimonia dei Grammy Awards, che si è tenuta ieri sera alla Crypto Arena di Los Angeles.

Killer Mike ha vinto ben tre Grammy ieri sera: miglior canzone rap, miglior performance rap e miglior album rap.

Successivamente Killer Mike, 48 anni, il cui vero nome è Michael Santiago Render, è stato ammanettato e scortato da agenti di polizia attraverso un corridoio nella Crypto.com Arena di Los Angeles. Nel video diffuso online lo si sente dire: “Sei serio?” mentre viene portato via.

Il rapper è stato arrestato poco dopo le 16:00. a seguito di un “alterco fisico” avvenuto vicino all’arena, è stato portato alla divisione centrale della polizia di Los Angeles ed era in procinto di essere rilasciato. I dettagli del presunto alterco rimangono poco chiari. La polizia e i rappresentanti di Killer Mike non hanno rilasciato alcun commento.

All’inizio della serata, Killer Mike ha tenuto un breve discorso quando ha vinto il premio come miglior album rap per “Michael”, dicendo con enfasi al pubblico che i suoi sogni si erano avverati. “Non puoi dirmi che sei troppo vecchio, non puoi dirmi che è troppo tardi. Non puoi dirmelo”, ha detto. “I sogni diventano realtà: è una svolta.”

Sostenitore della scena rap di Atlanta, Killer Mike è anche noto per essere un attivista che si è ripetutamente pronunciato contro l’ingiustizia nei confronti dei neri americani. Ha scritto editoriali, tenuto conferenze universitarie e usato le sue canzoni per comunicare le sue opinioni su questioni sociali e politiche, condannando le uccisioni da parte della polizia e descrivendo le dure discussioni avute con suo padre, un agente di polizia.

Il rapper si è anche espresso contro l’uso di testi violenti come prova contro i rapper accusati di crimini, sostenendo che ciò mette in pericolo l’arte e la libertà di parola.

Lascia un commento