Cosa penso sulla vicenda Fedez, primo maggio, Rai, ecc

Cosa penso sulla vicenda Fedez, primo maggio, Rai, ecc

Praticamente da sabato scorso non si parla altro che di Fedez, del suo discorso al Concertone del primo maggio, della Rai, della telefonata registrata, della Lega, dei testi pseudo omofobi di Fedez, che finalmente ha regalato alla stampa qualcosa di cui parlare che vada al di là del toto nome di Vittoria, di Leone che fa le torte, di sua moglie che indossa una tuta o un paio di jeans, o di lui in bagno che parla con il figlio.
Già questa per la stampa che ogni giorno trova nelle storie dei Ferragnez un gossip clamoroso è una svolta epocale.

Fedez al primo maggio ha fatto incazzare un po’ tutti e si è portato dietro applausi e palate di merda.
Ora il direttore di Rai 3 lo vuole mettere al bando “mai più Fedez in video finché non si chiarisce la vicenda del primo maggio, (ovvero ammette di aver sbagliato) e non si decide se fargli causa o no“.

Fedez sopravviverà? Direi proprio di sì, non penso abbia bisogno della Rai per vivere e mangiare a fine mese.
Chiederà scusa? Non credo e perché dovrebbe farlo?

C’è stato un tentativo di censura? Nella telefonata, la versione integrale che è stata pubblicata non viene detto esplicitamente “non può dirlo” ma in più passaggi viene fatto capire che sarebbe meglio evitare. Come quando Massimo Cinque dice “tutte le citazioni che lei fa con nomi e cognomi non possono essere citate, perché non c’è la controparte.
Il contesto del primo maggio non è adatto a interventi politici”.

Ah no? E Piero Pelù cos’ha fatto quando ha attaccato il Papa? E Daniele Silvestri contro Berlusconi? Non erano forse intervenuti politici quelli?
Comunque, dalla telefonata emerge che i dirigenti della Rai e gli organizzatori del concerto non sanno bene come comportarsi con Fedez, sostengono che quella in atto non sia assolutamente censura, ma insistono nel chiedergli di cambiare l’intervento in modo da non citare gli esponenti leghisti per nome.
Tu come la chiami? Censuretta?

Se uno mi chiede di non riportare una dichiarazione in un mio articolo io la chiamo tentativo di censura, non so tu…

L’intervento di Fedez era studiato a tavolino? Certo, mica è scemo che sale sul palco del primo maggio e spara cazzate a raffica a caso. Sapeva bene a cosa andava incontro nel bene e nel male. Anche il fatto di pubblicare una telefonata privata, che non è legale, lo ha fatto conscio delle conseguenze. Non solo, secondo Repubblica, nella notte tra venerdì e sabato Fedez ha chiamato direttamente il segretario della CGIL per chiedergli se i regolamenti del concerto gli impedissero di fare l’intervento, ricevendo risposta negativa.
Quindi, si è preparato il discorso, ha verificato le citazioni riportate, si è assicurato di poter fare un discorso politico e lo ha fatto. Esattamente in linea con tantissimi discorsi fatti sul palco del primo maggio in più di 20 anni di concertoni.

Fedez è un eroe? Ha semplicemente fatto quello che hanno fatto tanti artisti in quel contesto prima di lui, solo che lui ha una risonanza mediatica maggiore, anche se molto probabilmente molti nella sua posizione non lo avrebbero fatto.

L’ha fatto per farsi vedere? In questi giorni su Instagram spopola Purdì di Marracash e Guè Pequeno per dire che Fedez sia un pagliaccio che fa tutto per visibilità e smania di protagonismo. Io penso che i riflettori piacciano a tutti, che sei un personaggio famoso hai insito un ego esagerato e una voglia di protagonismo, ma penso che Fedez avrebbe potuto tranquillamente farsi i cazzi suoi, tanti i soldi non gli mancano di certo, ma che il suo discorso e il suo comportamento sono perfettamente in linea con il Fedez che litiga in tv su caso Cucchi, per esempio, niente di diverso. Ha sempre avuto una forte componente sociale e politica e anche le palle, o forse l’incoscienza, di non riuscire a tacere. Allora aveva preso a cuore l’omicidio Cucchi e si è beccato anche querele e denunce per le sue affermazioni, oggi ha preso a cuore il ddl Zan e lo ha fatto prima di salire sul palco del primo maggio.

Ha a cuore i gay per vendere gli smalti? Sinceramente penso che Fedez e la moglie potrebbero vendere anche burro fuso a occhi chiusi e che non gli manchino i soldi di due smalti.

Fedez era omofobo? Non posso saperlo, ma conosco il rap e so che non bisogna prendere alla lettera ogni parola. Se Fabri Fibra o Eminem o Emis Killa non sono ritenuti omofobi, perché dovrebbe esserlo Fedez?
Ovviamente l’andare a cercare i testi del rap è la solita caccia alle streghe all’italiana volta a far indignare i 50enni che non sanno neanche cosa sia il rap.
Io, qualche settimana fa, ho litigato pesantemente con un ragazzo, uno stupido diverbio tra padroni di cani. Beh, lui dopo avermi insultata in ogni modo, ha minacciato di prendere a calci il mio cane, gli ho dato del frocio di merda. Sono omofoba? Assolutamente no. È un esempio del cazzo? Direi di sì.

Comunque oggi tutto è omofobo, razzista o politicamente scorretto. Pure Dumbo è razzista, il Principe ha baciato Biancaneve senza il suo consenso e Greese è misogino e sessista, quindi di cosa parliamo?

Highsnob ha ragione? Highsnob ha ragione a metà. Ho trovato fuori luogo le sue Instagram stories, come voler cavalcare un’onda mediatica per avere visibilità. Praticamente ha dato dell’incoerente a Fedez per aver parlato di censura quando in realtà lui stesso avrebbe censurato Mike.
Lo stesso Mike che grazie a quella storia si fatto conoscere da tutti, tanto che tutti all’epoca ne hanno parlato e che oggi la ripropone. Per hype? Per un’antipatia pregressa? Non lo so. Forse ha anche ragione, non lo so, penso che se ci sono accordi sulla fine di un rapporto lavorativo non puoi fare il cazzo che ti pare e che se lo fai te ne assumi le conseguenze. Pure En?gma non può parlare della fine del rapporto con Machete e non lo fa. Punto.

Penso anche che, al di là di quanto successo con Newtopia all’epoca, sia facile dar contro a Fedez, dal momento che qualsiasi cosa faccia, raccolta fondi per la terapia intensiva compresa, da qualcuno è vista come una mossa per farsi vedere.

Penso anche che con la mossa primo maggio, al di là delle eventuali conseguenze legali che potranno o meno esserci, Fedez qualcosa ha smosso. Sicuramente ora c’è chi gli dà del fake, del pagliaccio, del Purdì, di quello che fa tutto per avere attenzione, ma c’è anche chi lo ha applaudito. E tra i tanti, i complimenti di Nitro e Clementino mi hanno personalmente fatta pensare molto più degli altri, perché non erano assolutamente scontati e perché facendoli pubblicamente avranno sicuramente scatenato fastidio nei colleghi e amici anti Fedez.

Alla fine della storia Fedez si è comportato da Fedez. Ha creato scompiglio, smosso tante persone, preso tanti applausi quanti insulti, ma in quanti lo avrebbero fatto?

Chiunque si espone e fa casino prende applausi e fischi, gli danno del grande e del pagliaccio, è un po’ il prezzo da pagare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: