I gossip della settimana

I gossip della settimana

Settimana un po’ contrastante dal punto di vista del gossip e delle notizie. Si è aperta con il Super Bowl, l’esibizione di The Weeknd che su 7 milioni di dollari spesi ne ha portato a casa solo uno e le tette finte di Lil Nas x.

https://www.instagram.com/reel/CLBAU4LlhRE/?igshid=bwc7d9h1kcdz

Da noi, in Italia, è stato Ketama 126 ad aprire le discussioni e i dibattiti con la sua affermazione “se entro un anno non riprenderanno i concerti, sarò costretto a cambiare lavoro e nazione“. Poi ha specificato che si preoccupa anche dei tanti lavoratori messi in ginocchio dalla crisi causata da questa pandemia e che parla anche a nome loro.

Sull’argomento interviene Vacca, che critica senza giri di parole chi prima spende e spande e poi piange quando ha finito i soldini.

Tony Effe ha avuto uno spiacevole inconveniente con la macchina. Qualcuno l’ha aperta e gli ha rubato il volante, ma ha lasciato i soldi nascosti nel portaoggetti.

A Laioung invece hanno spaccato il vetro della macchina e bucato le gomme mentre faceva la spesa in un supermercato in Sicilia. Le telecamere del negozio hanno ripreso tutto e molto probabilmente i responsabili verranno riconosciuti.

Boro Boro sta tornando, ce lo comunica via Instagram stories, dove ci racconta di aver passato un periodo non facile, senza però tralasciare i soliti nemici immaginari, ovvero i tanti invidiosi della sua fama.

Wok è in coma farmacologico, al momento non sappiamo nulla sulle sue condizioni, né sulle cause che lo hanno portato in ospedale. Ski, dopo aver dato la notizia su Instagram, non ha più toccato l’argomento. Ovviamente la speranza è che il ragazzo possa riprendersi al più presto.

6ix9ine e Meek Mill si sono incontrati nel parcheggio di un club ad Atlanta e hanno iniziato a litigare, oltre che a riprendere la scena. A quanto pare Meek Mill avrebbe sputato in faccia a 6ix9ine, che ha ammesso di averlo aspettato apposta solo per infastidirlo e pubblicare il video sui social. Peccato che entrambi abbiano ripreso il diverbio, pubblicato i video sui rispettivi profili Instagram e poi li hanno rimossi. Che poi saranno anche gangster, ma litigano con i telefonini in mano e la security.

Torniamo in Italia, dove nei giorni scorsi si è diffusa la notizia che Tony Effe rischia il processo per violenza privata lesioni personali causate a un ragazzo durante una rissa del 2019. Il giorno stesso in cui è stata divulgata la notizia, Nayt ha scritto nelle sue Ig stories: uccidono Willy massacrandolo di botte per una sciocchezza e l’Italia si rivolta sui social. Un personaggio pubblico rischia di fare la stessa cosa a un ragazzo e ci fate i meme. Nonostante Nayt non abbia fatto né nomi né cognomi, in molti hanno letto nelle sue parole un attacco a Tony Effe e un voler sottolineare una differenza di trattamento nonostante in entrambi i casi si tratti di violenza, anche se non si è arrivati all’omicidio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: