“Chi fa trap non sa rappare”, Oro Bianco ci dimostra il contrario

“Chi fa trap non sa rappare”, Oro Bianco ci dimostra il contrario

Chi fa trap non sa rappare. La trap é completamente disconnessa dal rap. Usano l’outotune perché non sanno rappare. Questo é il pensiero di molti quando si parla di trap e in parte può trovare delle conferme se pensiamo ad alcuni esponenti della scena, ma non é sempre così. Quelli che oggi fanno trap non sono cresciuti completamente diaconnessi dal rap, anzi, si sono avvicinati a questo genere musicale ascoltando molti dei big italiani e non, hanno iniziato rappando e si sono man mano appassionati a un altro modo di fare musica. É una questione generazionale, noi vediamo figo Nas, molti artisti italiani hanno provato a rifare Nas, oggi i ragazzi non vedono figo Nas come vedono fighi i Migos, per esempio. Ciò non toglie che la tecnica o le capacità o le hai oppure no. Il rap non é una cosa che puoi imparare sui libri, o ce l’hai dentro o non ce l’hai.

Quindi chi fa trap non sa rappare? Chi fa trap oggi e non é Sfera Ebbasta deve farsi il culo come e più degli altri, deve dimostrare di non essere un incapace con l’autotune e chi sente dentro di sé questo desiderio di dimostrare agli altri le proprie capacità é perché é un artista, uno con le palle che non si adagia sull’onda delle visualizzazioni, uno che fa musica perché la sente dentro, perché ha quella fame che muove tutto. Uno di questi é sicuramente Oro Bianco, dopo l’uscita del suo ultimo singolo, Scusa mamma, non si é seduto aspettando di contare le visualizzazioni, ma ha voluto dimostrare a tutti che anche se fai trap, puoi saper rappare.

BIANCO É FAKE, NON SA RAPPARE.

Da questo presupposto, Oro Bianco ha colto la sfida e pubblicato su Instagram tre freestyle Maleducato, Manchi Troppo e  l’ultimo con Nerone e Young Rame, tutti ripresi in modo amatoriale con il cellulare e senza l’utilizzo dell’autotune.

 

Facile fare freestyle da solo, senza confrontarsi con chi del freestyle é stato un campione, no? Ecco che per l’ultimo freestyle pubblicato, Oro Bianco ha voluto mettersi ancora di più in gioco, confrontandosi con Nerone e con un altro Indomabile, Young Rame. Perché il freestyle é una competizione e se manca la competizione, non é freestyle.

 

Nel gioco del rap ci vogliono le palle e per me Oro Bianco ne ha da vendere. Ha dimostrato a tutti che non é vero che chi fa trap non sa rappare, che si può raggiungere ottimi numeri anche senza interviste, apparizioni in radio o a Hip Hop Tv, senza dissare qualcuno o vestirsi strano per farsi notare, perché é ancora la musica quella che conta. Ha sicuramente scelto una strada controcorrente, forse la più difficile, ha scelto di restare fedele a se stesso, di far parlare le sue rime e la sua persona prima ancora di costruirsi un personaggio addosso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: