Mi ricordo l’inizio, fu amore subito

Mi ricordo l’inizio, fu amore subito

Mi ricordo l’inizio, fu amore subito. Volevo i soldi che non avevo mai visto, le cose che non avevo mai fatto

Risuonano come un eco prepotente nello stomaco queste parole che danno il via al Midnight Carnival, il mega raduno che si è svolto ieri all’Alcatraz di Milano.

Chi ha mai assistito a un live o a un dj set di Achille Lauro e Boss Doms sa che qualsiasi idea di concerto abbia avuto fino a quel momento verrà completamente stravolta. Dimentichiamo tutto, spegniamo i nostri cellulari, togliamoci quei vestiti di marca che a poco servono se non a farci sentire omologati a un qualcosa che non esiste e godiamoci la notte più folle di Milano.

IMG_0513

A regalarci emozioni, sorrisi, a far ballare l’intero capoluogo lombardo sono stati la follia e il genio di Achille Lauro e Boss Doms, un duo vincente, anticonformista che sta cambiando le regole della musica e inventando una nuova esperienza di live. Due ore, nelle quali, tra pezzi vecchi e inediti, la musica ha fatto da padrona, nessun pezzo cantato è stato come eravamo soliti ascoltarlo nelle nostre playlist, ma è stato riarrangiato nel suono e nella voce. Se la bravura di un artista si dimostra sul palco, Lauro e Doms si confermano due animali da palcoscenico. Fan, amici, colleghi erano tutti lì riuniti ad assistere a un live che sarà difficile dimenticare.

IMG_0593

La grandezza di Lauro è sempre stata quella di saper condividere. Condividere il suo successo con le persone che gli stanno accanto e condividere il palco con tanti amici, così da trasformare un live a due in un vero e proprio movimento. E’ sempre stato così dal giorno uno e ieri sera più che mai la partecipazione ha raggiunto livelli mai visti. Credere nel talento, supportare gli altri in modo onesto e genuino, creare amicizie e legami, più che semplici collaborazioni è quello che fa di Achille Lauro, Boss Doms e Dj Pitch8 dei veri artisti con la A maiuscola.

IMG_1383

Sul palco dell’Alcatraz si sono susseguiti diversi esponenti della scena, da Quentin40, Putitano e Dr Cream che insieme a Lauro e Gemitaiz hanno fatto esplodere il locale per ben 4 volte con la loro ‘Thoiry’, a Fred De Palma che ci toccato ancora una volta il cuore con ‘Amore & Grammi’, a Coez che ci ha fatto prendere un’altra volta l’ascensore per l’inferno. Ma non sono mancati neanche i giovani, dagli amici Danien & Theo, ai due giovani talenti Yanky e Kiddy che sono entrati ufficialmente nella grande famiglia No Face.

IMG_1045

Ebbene sì, le due date di Roma e Milano sono state anche l’occasione giusta per annunciare l’ingresso nell’etichetta che fa capo a Lauro e Dj Pitch8 di due ragazzi di 16 anni provenienti dal quartiere romano che ha visto crescere Lauro stesso. C’è qualcosa più di questo che racchiuda meglio il concetto di Ragazzi Madre?

Mi ricordo l’inizio, fu amore subito, volevo i soldi che non avevo mai visto, le cose che non avevo mai fatto

si apriva con queste parole il 17 febbraio 2017 ai Magazzini Generali di Milano il nuovo percorso dei Ragazzi Madre, che ha avuto lo stesso prologo esattamente un anno dopo. Stessa città, location diversa, emozioni sempre più grandi, nuovi amici, una scenografia migliorata nell’aspetto, i nuovi pezzi della sambatrap e i vecchi che ci toccano sempre il cuore e No Face che si allarga aprendo le porte a due nuovi giovani talenti. Sono cresciuti questi artisti, sono migliorati, ma restano sempre quei pischelli di Roma con l’anima pura e la voglia di lasciare un segno nel panorama musicale. Se Lauro si ricorda l’inizio, quello di ieri sera è stato solo un altro nuovo inizio. Ci ha fatto fare le ore piccole, ma ha fatto l’incredibile.

(Foto di Matteo Bellomi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: