L’intenditore medio rap: non sopporto la mentalità della gente

L’intenditore medio rap: non sopporto la mentalità della gente

Ciao, mi chiamo Manuel, sono un ragazzo veneziano di 18 anni, amo il rap e vi voglio raccontare un mio disagio.
Non sopporto la mentalità della gente. Davvero, è cosí stupida. La gente cosí preferisce le puttanate alle cose “serie” e posso spiegarlo con un esempio molto semplice e molto vicino a me: gestisco, assieme a mio cugino, una piccola pagina Instagram sul rap (@intenditoremediodirap, mi raccomando: seguitela!) nella quale pubblico principalmente meme, ma, allo stesso tempo, cerco di “lanciare” nuovi artisti emergenti, quelli che reputo bravi, in base ai miei gusti personali, ma anche alle loro capacità oggettive; ecco, io a questi ragazzi, spesso miei coetanei, ci tengo davvero, perché sono loro a cercarmi ed a chiedermi una mano ed io, per quanto mi può essere possibile, dò il massimo perché della VERA e BUONA musica venga ascoltata; poi guardo i dati insights: un centinaio di likes ed un migliaio di impression. Beh, non male direste voi vedendo che la pagina ha poco più di 1600 followers, ma adesso vi dico la cosa più assurda: i meme hanno minimo 250-300 likes (arrivando anche a toccare gli 800 likes delle volte) e anche oltre i 7000 impression.
Non vi sembra insensato? A me sí. Adesso non voglio dire che a me non faccia piacere che i meme (per cui perdo un po’ di tempo per realizzarli) abbiano tanti likes, ma mi dispiace incredibilmente per quei giovani che non vengono cagati di striscio.
E vi posso portare un altro esempio, nella scena italiana stavolta: Salmo, dopo l’uscita del singolo ‘Perdonami’, è stato costretto a dover rispondere a delle lamentele di alcuni fans che vogliono un ritorno hardcore del rapper sardo. La sua risposta è la seguente: “I pezzi ‘hardcore’ di cui parlate sono già usciti. ‘Title?’, ‘Papparapà’, ‘Mob’ ecc… però non li avete considerati più di tanto. Anche il monologo dello spot Converse ha un’altro contenuto e spessore. Stranamente vi hanno colpito solo pezzi come ‘Estate Dimmerda’ e ‘Perdonami’. Quindi finitela con questa retorica perché mi avete sfrangiato le palle!“.

IMG-20180310-WA0035

Non ancora soddisfatti? Vi accontento: non è un caso che ‘Rockstar’ di Sfera Ebbasta sia stato certificato platino in pochissimo tempo e battendo ogni record, mentre ‘No Comment’ di Nitro, album qualitativamente e tecnicamente superiore a quello del trapper di Cinisello, sia stato certificato oro dopo una settimana la certificazione dell’album “dell’anno”.
E potrei andare avanti ancora, ma non voglio fare la lista della spesa. Tutto questo per dirvi cosa? Per dirvi di non scegliere la merda quando potete scegliere la cioccolata: siate obbiettivi, non rincoglionitevi con “gang”, “skrt” e “yah”, altrimenti hanno ragione a dire che siamo una generazione di merda…

1 Comment

  • Pippo
    Marzo 15, 2018

    La musica è irrazionale. Cioè i nostri gusti musicali sono irrazionali, o alogici, come le nostre emozioni. Se non fosse così Rockstar non avrebbe avuto questo successo. Ma è inutile prendersela con gli ascoltatori, semplicemente perché non è colpa loro. Nella storia della musica è sempre stato così. C’è chi è bravo e gode del meritato successo e c’è chi non lo è ma ha lo stesso successo. La trap oggi era l Hair metal ieri. Un giorno arriveranno i nuovi Metallica, megadeth e slayer che spazzeranno via la trap nel dimenticatoio. E magari faranno realmente la storia del rap italiano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: