Sfera Ebbasta & Quavo non è tutto oro quello che luccica

Sfera Ebbasta & Quavo non è tutto oro quello che luccica

Rockstar é uscito da poco più di una settimana ed é già considerato da molti il disco dell’anno. Sfera Ebbasta ha registrato il tecord streaming su Spotify, è entrato nella top 100 mondiale della piattaforma, il suo Rockstar Tour appena annunciato ha già due date sold out a Milano e nel disco vanta il featuring di Quavo. Un bel traguardo per il giovane Trap King italiano che ha avuto la fortuna di collaborare con il Trap King USA. Al di là che il disco sia figo o meno e al di là dei record raggiunti, c’è una cosa che mi lascia perplessa. Ci hanno venduto il featuring con Quavo come l’evento più memorabile di tutta la storia del rap italiano, ma a quanto pare è un evento memorabile solo per noi. Sì, perché guardando il profilo Instagram di Quavo, non c’è stato un solo accenno della collaborazione con il nostro Sfera, neanche una mini Instagram stories di 15 secondi, niente. Va bene che l’artista dei Migos sarà stato impegnato con la promozione di ‘Culture II‘, uscito venerdì, ma almeno un piccolissimo accenno a ‘Cupido‘ poteva farlo. Sembra essere la solita storia dell’italiano che si vanta delle collaborazioni con artisti esteri, i quali, dal canto loro, puntualmente ci snobbano. Del resto, se é già raro che i rapper USA vengano in concerto in Italia, figuriamoci quanto lo sia ottenere la loro considerazione e promozione. Ancora prima dell’uscita di Rockstar, la notizia della collaborazione di Sfera con Quavo aveva fatto il giro del web e non solo, tutti ne hanno parlato definendo questo featuring come il più importante e significativo mai realizzato tra Italia e Stati Uniti. Sicuramente é stato un ottimo tassello da aggiungere alla sua carriera per Sfera, ma vista la totale mancanza di partecipazione da parte del trapper dei Migos nel promuovere o comunicare la notizia, viene da pensare che l’unico motivo che avrebbe spinto una star internazionale a collaborare con un rapper italiano sia stato il lauto compenso ricevuto in cambio della performance, piuttosto che una qualsiasi forma di rispetto o stima artistica nei confronti di Sfera Ebbasta e Charlie Charles. Compenso che dev’essere costato molto al roster di Sfera, considerando che qualche mese fa The Night Skinny aveva dichiarato di aver chiesto una collaborazione a Pusha T per il suo disco ‘Pezzi‘ e che il rapper gli aveva chiesto la bellezza di 18mila euro per sole 16 barre. Davanti a questa ingente somma, il beatmaker ha ovviamente desistito. Forse, al contrario, il roster del Trap King nostrano ha avuto la possibilità di sostenere un cospicuo investimento per portare Quavo in ‘Rockstar‘. Insomma tanto clamore per nulla, quando invece la collaborazione tra Giaime e A$AP TyY in ‘New Couple‘ è passata quasi in sordina nei meandri del web.

In pochi ne hanno parlato e scritto e altrettanti pochi hanno esaltato questo featuring che di certo, trattandosi di A$AP TyY e non dell’ultimo arrivato, avrebbe meritato più considerazione. Purtroppo in Italia e soprattutto nel rapgame ci sono sempre pesi e misure diverse. Per dovere di cronaca, al contrario di Quavo, A$AP TyY ha dedicato al featuring con Giaime diversi post sui propri profili social.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: