Marilyn Manson tra scandali e falsi miti

Marilyn Manson tra scandali e falsi miti

In questi giorni si sta parlando molto di Marilyn Manson e delle accuse di abusi e violenza da parte della sua ex Evan Rachel Wood. Ma stiamo comunque parlando di Marilyn Manson, che nella sua vita ha collezionato più scandali, atti scabrosi e leggende di chiunque altro.
Tra falsi miti, come quello che racconta che si sarebbe fatto asportare due costole per praticare da solo sesso orale, fino ad arrivare all’occhio di vetro, alcune dicerie sul suo conto sono ovviamente leggende metropolitane, altre assolutamente vere.

Come quando nel 1995, durante un concerto a San Francisco, si è ferito sul palco con una bottiglia rotta. O come quando, in un’intervista al Letterman’s Show, ha dichiarato di aver ricevuto e conservato un regalo particolarmente insolito, un feto umano.
O ancora quella volta in cui ha invitato una groupie sorda in studio. Dopo averle chiesto di spogliarsi con la scusa di scattare qualche foto, ha iniziato a “decorarla” con hot dog, salame e zampe di maiale. E, mentre lei faceva una doccia, Manson e il bassista Twiggy Ramirez le urinavano addosso. “Penso che anche lei abbia trovato la cosa molto artistica e si sia divertita molto”, ha scritto il cantante nella sua autobiografia. La stessa autobiografia nella quale racconta le perversioni sessuali del nonno, come zoofilia e sadomasochismo.

Nel 1995, dopo un’intervista con l’High Times, ha richiamato il giornalista raccontandogli di aver fumato ossa umane: “Ho dimenticato di parlarti di quel periodo in cui fumavo ossa umane. È stato terribile. Aveva un odore di capelli bruciati e ti dava un forte mal di testa“.

Reverendo, anticristo, satanista, Marilyn Manson non ha mai negato di essere legato a quel mondo, pur avendo più volte dato la sua visione del satanismo, che per lui rappresenta anche l’essere il Dio di se stessi, ma è sempre stato attratto da quel mondo, tanto che alla fine di ogni concerto, è solito bruciare una Bibbia. Forse come gesto di sfregio anche nei confronti della sua educazione estremamente cattolica, in una scuola dalla quale ha provato in tutti i modi a farsi espellere, spacciando dolci e riviste porno.

Di fatto ha sempre spettacolarizzato le sue perversioni più oscure e macabre, sul palco, nella musica, nelle interviste e nei video. Non è un caso che il video di The Beautiful People sia definito “il più pauroso tra i video paurosi“. O che il video di  s(AINT) con la partecipazione di Asia Argento contenga scene di sesso talmente forti ed esplicite che MTV non lo voleva trasmettere neanche a tarda notte.

Marilyn Manson non è neanche nuovo alle accuse più disparate e agli arresti. Nel 1994 viene arrestato in Florida per atti osceni in luogo pubblico. Lo accusano di aver praticato sesso orale a un membro della band durante il concerto. Viene scarcerato il giorno dopo e da lì nasce la leggenda Marilyn Manson ha staccato un pene a morsi e l’ha lanciato al pubblico.

Nel 2001 viene arrestato a Roma per blasfemia, per aver cantato Valentine’s Day vestito da cardinale. Viene rilasciato perché vestirsi da cardinale non è reato. Lo stesso anno viene arrestato di nuovo, sempre a Roma. Questa volta lo accusano di aver tirato fuori il pene sul palco e di averlo “lanciato” al pubblico.

Lui commenta: “non sono in grado di estrarre i genitali davanti al pubblico, anche se mi piacerebbe un casino“.

Nel 2001 in Italia inizia il processo alla suora uccisa a coltellate da tre ragazze minorenni che si definivano figlie di Satana e che ascoltavano la musica di Marilyn Manson. Ovviamente la stampa ci va a nozze e il tour italiano del cantante non è stato privo di incidenti con la giustizia.

Sempre nel 2001, ma in Michigan, Manson viene arrestato per aggressione e violenza sessuale. Durante un concerto, prende un ragazzo della sicurezza, lo usa come palo da lap dance, gli sputa addosso, gli avvolge il collo con le gambe e gli strofina il pacco sul collo. Il cantante non fa neanche un giorno di carcere, perché nell’atto non ha provato piacere, ma ha dovuto pagare un risarcimento salato.

Marilyn Manson è indubbiamente una leggenda, un’icona, un personaggio estremamente controverso, fuori da ogni schema mentale, un artista con poche luci e tantissime ombre, che sicuramente se in parte sono solo miti, oggi lo portano ad essere indagato per reati gravi e decisamente seri.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: