Ghali, Massimo Pericolo, Ernia e molti altri artisti si uniscono a Inside The Beat, Outside The Box, il progetto dedicato ai giovani di periferia

Ghali, Massimo Pericolo, Ernia e molti altri artisti si uniscono a Inside The Beat, Outside The Box, il progetto dedicato ai giovani di periferia

Il rap fa bene, perché la musica fa bene, ci fa del bene anche nei momenti più difficili. Quante volte abbiamo sentito dire dai nostri artisti preferiti “il rap mi ha salvato la vita“? Quante volte nei testi delle loro canzoni li abbiamo sentiti raccontare di situazioni di disagio, di periferie e quartieri difficili dai quali sembra impossibile uscire e che sembrano darti una sola via da percorrere?

Bene, oggi alcuni di loro hanno deciso di unirsi per aiutare tutti quei ragazzi che sembrano non avere una via d’uscita.

Ghali, Massimo Pericolo, Ernia, Jack The Smoker, Nerone, Lazza, Grido e tanti altri rapper e musicisti della scena italiana stanno dando il loro sostegno a “Inside The Beat, Outside The Box”, il progetto ideato dall’associazione 232aps per prevenire il destino avverso a cui alcuni giovani di periferia sembrano condannati e proporre loro un’alternativa attraverso il rap.

Oggi partita la campagna di crowdfunding per dare vita a questo progetto. Gli artisti sopracitati hanno donato all’associazione un oggetto personale per coinvolgere i loro fan e finanziare l’iniziativa. Ma non solo, Jack The Smoker, per esempio, si è attivato mettendo a disposizione il suo talento, ovvero la scrittura di 4 barre. I dettagli delle varie donazioni saranno svelati giorno per giorno sui canali ufficiali della campagna.

Lo scopo di “Inside The Beat, Outside The Box” è quello di realizzare laboratori rap a carattere educativo rivolti ai ragazzi delle periferie milanesi per dare loro l’opportunità di esprimersi attraverso la musica che prediligono e di immaginare un futuro diverso da quello a cui si sentono spesso predestinati.

Oltre al rap, per coinvolgere tutti gli abitanti del quartiere, il progetto prevede anche l’organizzazione di performance teatrali, delle vere e proprie “incursioni” in palcoscenici ricavati all’interno dei contesti di edilizia popolare e verde pubblico.

232aps è un’associazione nata a Milano nel 2019 che promuove percorsi artistici ed educativi, soprattutto attraverso il rap, rivolti a minori e giovani adulti. Gli educatori, psicologi e pedagogisti di 232aps hanno una lunga esperienza nell’organizzazione di laboratori rap a Milano nell’istituto penale per minori “Cesare Beccaria”, nella casa circondariale “San Vittore”, nelle comunità penali e nelle scuole. Il nome dell’associazione, 232, deriva proprio dal numero di telefono presente nella sala di musica dell’Istituto penitenziario minorile C. Beccaria.

“Inside The Beat, Outside The Box” prevede un evento finale nel quartiere milanese di Gratosoglio con l’esibizione dei ragazzi dei laboratori e in cui Jack the Smoker farà un mini live e sarà Maestro di Cerimonia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: