Si è riaccesa la miccia tra Gemitaiz e Matteo Salvini

Si è riaccesa la miccia tra Gemitaiz e Matteo Salvini

Prego sedetevi comodi e preparate i pop corn…

C’è stato un periodo in cui lo scontro social tra Matteo Salvini e Gemitaiz era diventato una sorta di telenovela a puntate, poi le acque sembravano essersi calmate, ma ieri (13 novembre) si è riaccesa la miccia.

Salvini pubblica sul suo profilo Facebook un post che recita:
Se ho fan razzisti significa che non stanno bene, che non hanno capito niente della mia musica. Non puoi essere fan mio e di Salvini“, accompagnato dalla didascalia “Non la pensi come lui? Sei razzista“.



Gemitaiz commenta: “Ancora parli di me? Ancora posti le mie foto con le mie frasi? Povero fallito che non sei altro, tu e tutti questi ignoranti nei tuoi commenti siete ridicoli. Sei un razzista e un ladro. Hai più capi d’imputazione di un mafioso. Fai ridere me e tutti i miei amici“.

A quel punto Gemitaiz va su Instagram stories, dove spiega “Non è che se non la pensi come me sei razzista, è che se senti la mia musica sai che io non porto avanti certi discorsi.
Sicuramente non credo che una razza sia migliore o più importante di un’altra, caro Salvini. Quello che rimane, di sicuro, è che tu sei un fallito che ha fallito, hai rubato i soldi a tutta Italia, milioni di euro. Quindi vergognati, ancora che parli di me per racimolare like“.

Gemitaiz passa poi pubblicare la foto di Matteo Salvini al Pepete della scorsa estate, gli articoli nei quali si parla dei 49 milioni di euro della Lega, mentre Salvini condivide il video delle stories di Gemitaiz su Facebook e aggiunge “Quelli che votano Salvini sono dei ritardati”, “Se muori facciamo una festa” e insulti vari… Che dite, vince un bacione o una querela?
P.S. Comunque io preferisco Vasco, Max Pezzali, Battisti e De André“.



Gemitaiz a quel punto replica “in caso la querela te la faccio io per utilizzare le mie foto nei convegni e sui social per diffamarmi quando ho solo espresso la mia opinione. Purtroppo per te non vige più il fascismo e io posso dire quello che cazzo mi pare“.



Pare che la vicenda si sia conclusa così, ma una domanda mi nasce spontanea: Salvini non ha niente di meglio da fare che preoccuparsi di quello che dice Gemitaiz?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: