Fedez è tornato all’inizio di tutto?

Fedez è tornato all’inizio di tutto?


Penso spesso all’inizio di tutto” dice Fedez nel suo nuovo singolo, Bella storia. Bella storia come si diceva negli anni ’90, ma con sonorità degli ’80, con l’electropop e gli synth tipici della musica di quegli anni.

Sai cosa mi sembra? Che da Problemi con tutti a Bella storia Fedez abbia incanalato una hit dopo l’altra, eccezion fatta per il remix di Roses che non è stato proprio un successone, ma la sua è stata un’escalation. Ci ha lasciati con quel disco, Paranoia Airlines, che non ha convinto proprio tutti e che alla sua dichiarazione “mi prendo una pausa dalla musica” ha fatto dire a molti “per fortuna“. Poi, però, forse complice il lockdown e una ritrovata creatività, è uscito con una serie di singoli in grado di far dire anche ai suoi haters “per fortuna che non ha smesso con la musica“.

View this post on Instagram

“Bella storia” fuori questa notte ☮️

A post shared by FEDEZ (@fedez) on



Fedez ha davvero ritrovato la voglia di fare musica per passione e non solo per lavoro, e la voglia di sperimentare, di giocare con i suoni, con le parole e con i significati.


Se proprio devo cucirmi addosso un simbolo voglio che sia quello della pace.

Siate gentili, la violenza non ha mai fatto ridere. Mai sottovalutare l’amore: siamo ancora vivi no? E allora usiamolo questo cuore!”

I capelli color arcobaleno, il simbolo della pace, la celebrazione non banale dell’amore, con Bella storia Fedez ci dice di lasciarci andare, di vivere le emozioni e i sentimenti senza freni, buttarsi e godere ogni attimo. È quello che sta facendo anche lui? Sicuramente con la musica sì, ma sembra che Fedez si sia tolto un peso che aveva addosso e che lo porta a tornare all’inizio di tutto, come se questo fosse un nuovo inizio.

Bella storia è il racconto dell’inizio di una relazione “con l’intento di cogliere ogni attimo e vivere al massimo ogni opportunità che viene offerta“, come racconta Fedez nel comunicato stampa.

Nel brano non mancano i vari ingredienti della lirica dell’artista: i riferimenti allo Stato (“Baciarci dopo aver litigato, farfalle sopra un campo minato, il tuo sguardo mi uccide, mi ricordi lo Stato”), agli scontri parigini del 2005 (“Possiamo fare fuoco come nelle Banlieue”), una sorta di ineguatezza nei confronti della sua compagna (“Sei la cosa giusta, ma per l’uomo sbagliato”) e al suo passato recente (“Spegnere tutte le luci a San Siro”).





La notizia dell’uscita del singolo è stata accompagnata da quella della frattura ai legamenti del piede durante una partita di basket che vedrà Fedez a riposo per qualche tempo. Come farà a girare il videoclip di Bella storia? Anche questa sarà una bella storia…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: