Achille Lauro si trasforma in artista di strada

Achille Lauro si trasforma in artista di strada

Achille Lauro, prossimo al ritorno sul palco dell’Ariston con il brano Me ne frego, ha stupito tutti quando ieri pomeriggio ha vestito i panni dell’artista di strada in Piazza Duomo a Milano.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Pennelli alla mano, Lauro ha disegnato  un lupo, un fulmine, una maschera e una corona, gli stessi soggetti che ha pubblicato nei giorni scorsi sui suoi profili social e che molto probabilmente non sono altro che indizi per il brano che canterà al Festival di Sanremo.

 

 

 

 

Me ne frego è tra i brani che hanno raggiunto più consensi da parte della critica e sicuramente saprà stupirci. Chitarre rock di fine anni ’80 inizio ’90 fanno da tappeto sonoro alla sua voce trascinata e volutamente a tratti stonata. Se in Rolls Royce cantava la vita spericolata che avrebbe voluto fare, in Me ne frego canta “me ne frego, me ne frego” e ci aggiunge la storia d’amore “St’amore è panna montata al veleno” tipica della sua lirica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: