Non pregherò più, il secondo capitolo di Joey

Non pregherò più, il secondo capitolo di Joey

Ci ha stupito con la sua forza, il suo ritmo e la sua voce, tanto che in breve tempo è stata una delle protagoniste di quest’estate con il singolo La Rockstar. In molti si sono chiesti chi è Joey, La Rockstar? In tanti sono rimasti abbagliati dalla sua voce che l’ha portata a calcare i più grandi palchi, da Battiti Live, a Rtl, dove proprio ieri si è esibita a Napoli, tra i big. Joey è tornata con un nuovo singolo, Non pregherò più, prodotto da Dj Pitch, e ci propone un mood totalmente diverso, un lato più profondo e nascosto, sempre accompagnato dalle sue doti vocali. 

 

 

 

 

Ti aspettavi il successo che ha avuto La Rockstar?

 

“Diciamo che ci speravo tanto, desideravo davvero che venisse riconosciuto il mio valore perché credo molto nella mia musica e mi sarebbe dispiaciuto doverla tenere per me. Dispiaciuto per non dire altro”.

 

 

Com’è stato cantare in palchi così importanti e grandi?

 

“È stata forse l’esperienza più bella della mia vita, intenso ma nel modo giusto, quando l’adrenalina diventa costruttiva e non si trasforma in paura deleteria (cosa che provavo molto spesso prima e non mi permetteva minimamente di divertirmi durante un live, avrei preferito non esibirmi mai). Ho finalmente capito cosa significa provare il calore del pubblico”.

 

 

 

 

Non pregherò più è completamente diversa da La Rockstar, quando hai scritto questa canzone?

 

“L’ho scritta qualche anno fa. È la mia canzone maledetta, ci ho lasciato dentro un pezzo di cuore”.

 

 

 

 

Qual è il concept del brano?

 

“Una simil-rassegnazione che in realtà nasconde molta rabbia e disperazione”.

 

 

Hai mai pregato per ottenere qualcosa?

 

“Ho sempre combattuto più che pregato, ci ho messo l’impegno necessario per riuscire sempre a stare in piedi, anche quando tutto crolla/barcolla. Non amo mettere la mia vita in mano ad una preghiera, ma in momenti in cui non potevo fare nulla, sì, ho pregato anche io”.

 

 

Com’è stato lavorare alla produzione con Dj Pitch?

 

“Io e Pitch abbiamo un rapporto fortissimo, indispensabile per tirare fuori cose di questo tipo. Siamo umanamente connessi, più semplicemente, ci capiamo. Non è cosa da poco”.

 

 

Per quanto riguarda il video, dove è stato girato e com’è nata l’idea?

 

“Il video è stato girato in Val di Fassa, l’idea l’ho scritta io, è piaciuta a tutti e Claudio Zagarini l’ha resa realtà. Sono molto soddisfatta”.

 

 

Io ho definito la tua voce come un mix tra Gianna Nannini e Irene Grandi ma con qualcosa in più, ti ci rispecchi o ti dà fastidio?

 

“Intanto ti ringrazio, diciamo che
non mi ci rispecchio ma non mi dà nemmeno fastidio, sono due grandissime artiste, penso che la voce di Irene Grandi sia fenomenale”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: