Le bestemmie sui social network

Le bestemmie sui social network

Ogni volta che guardo le Instagram stories di Salmo, mi aspetto sempre una bestemmia. Si sa che con il rapper sardo la bestemmia è sempre in agguato. Come dimenticare quando ha lanciato il prosciutto o mortadella che sia bestemmiando….

 

 

Nonostante questi siparietti e il suo modo colorito di parlare ci strappino un sorriso, bestemmiare sui social network è a tutti gli effetti di legge un illecito pubblico punito con una sanzione che può arrivare fino a 309 euro. Ora, non voglio fare la bacchettona o la ragazza casa e chiesa che non sono, anche a me nel privato scappa qualche lieve bestemmia ogni tanto, ma i social e il linguaggio sui social andrebbe veicolato, così come le azioni. Non si può aprire Instagram o leggere commenti su Facebook pieni di bestemmie, insulti, vedere gente che lancia il cibo, che fuma erba h24 o peggio fa uso di droghe. 

I social, volenti o nolenti, sono lo strumento di comunicazione più utilizzato anche da tantissimi bambini e va bene che dovrebbero essere i genitori a sorvegliarli e educarli, ma sarebbe altrettanto gradita una sorveglianza del social network stesso che bannasse chiunque si esprima tramite bestemmie o quantomeno bloccasse temporaneamente l’account in questione.

Dall’altra parte, soprattutto i personaggi pubblici, dovrebbero imparare ad avere un comportamento consono alla loro immagine.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: