I gossip della settimana

I gossip della settimana

A tenere banco questa settimana è stato sicuramente Salmo. Hanno fatto sorridere le sue storie e il suo commento a Mike Zombie, rapper americano che ha accusato di avergli copiato il layout della copertina e della tracklist del Machete Mixtape 4. Peccato che a sto giro Salmo sembra non essersi inventato niente….

 

 

Ma non è finita. È arrivata la replica di Taylor Mega alla strofa di Salmo in Sugar:Sei a capo dell’azienda ma sei licenziata. Con la mondezza faccio sempre la differenziata. L’inquinamento è cosa seria, chi se ne frega. Non fare i pacchi usa e getta, Taylor Mega“. L’influencer ha risposto via Instagram stories con un ironico: “Li uso e poi li getto“.

È sempre di Salmo anche il sermone sulla droga e sul mostrare la droga sui social network tanto osannato dalla stampa di settore e rivolto al trailer di Trapshit, il nuovo disco degli FSK.

 

 

Quale sarà la prossima mossa di Salmo? Accusare Denzel Curry e 2 Chainz di avergli copiato il live in carrozzella?

 

 

Passiamo oltre. Luchè nel libro Il giorno dopo ha parlato anche di Capo Plaza spiegando come sia stato snobbato da un ragazzino di vent’anni. La risposta di Capo Plaza non arriverà, quindi la storia e la potenziale diatriba sono già finite sul nascere.

 

View this post on Instagram

Nel libro Potere (il giorno dopo) Luchè ha svelato i retroscena del suo rapporto con Capo Plaza e del mancato featuring del trapper salernitano dicendo chiaramente di essere stato snobbato da un ragazzino di 20 anni. Queste le parole di Luchè: “Seguivo Capo Plaza ormai da tempo, una volta mi disse addirittura che ai tempi dei Co’Sang ascoltava soltanto le mie strofe. La cosa mi stupì, perché le strofe di Antonio erano di livello inarrivabile per qualsiasi rapper italiano, me incluso. Fui comunque contento e pensai di aver iniziato una nuova amicizia in questo business. Abbiamo concordato una collaborazione, ma passavano le settimane e non avevo sue notizie, iniziai a scrivergli, ma rispondeva massimo una volta al giorno, dicendo sempre che a breve mi avrebbe mandato la sua strofa. Aspettai qualche giorno ancora prima di decidere, mentre vedevo le sue storie con Derfgold in giro per Milano a divertirsi. La cosa che mi ha fatto più male, oltre a venire snobbato da un ragazzino di vent’anni con tre pezzi di successo alle spalle, è il non aver ricevuto alcun messaggio di scuse o di tentativo chiarimento da parte sua. Quest’inverno ho incontrato Capo Plaza ad una sfilata, era seduto molto vicino a me, ma non ci siamo neppure salutati, crede che io lo abbia attaccato in qualche pezzo. Probabilmente il suo smisurato ego gli ha fatto pensare che sarei stato io a chiedergli scusa. Gli auguro tanta fortuna“. [Articolo completo su www.rebelmag.it] Be you, be R.E.B.E.L. #rap #rapitaliano #trap #hiphop #life #luche #capoplaza #rebel

A post shared by R.E.B.E.L. (@rebel_mag) on

 

Tu cos’hai fatto a casa di Marra? La strofa di Massimo Pericolo nel Machete Mixtape 4 “ho cagato a casa di Marra“, ha scatenato una serie di cose fatte appunto a casa di Marra. Tra chi ha mangiato a casa di Marra, chi ha giocato alla Playstation a casa di Marra, c’è Elodie che si è cambiata l’assorbente a casa di Marra, ha sparecchiato e ha spazzato a casa di Marra. Interessante no?

 

View this post on Instagram

Con un fiore tra le dita

A post shared by Elodie (@elodie) on

 

Canesecco è alla frutta. Dopo aver dissato, tra gli altri, anche gli Arcade Boyz, nel suo ultimo freestyle, rei di non dedicargli reaction sul loro canale YouTube e dopo non aver ricevuto risposta, ma solo una presa in giro, ha fatto intendere che nel prossimo freestyle in uscita domani parlerà proprio di loro.

 

20190712_145006

 

Concludiamo con due arresti. A$AP Rocky è ancora in prigione in Svezia e il suo entourage ha creato una petizione per le condizioni disumane (poco credibili) in cui verrebbe detenuto. Mentre R Kelly è stato arrestato a Chicago per pedopornografia, traffico sessuale e violenza sulle donne.

 

View this post on Instagram

Dopo essere stato protagonista di una rissa a Stoccolma, A$AP Rocky è stato arrestato in Svezia e al momento è in prigione. TMZ ha reso note le condizioni disumane in cui il rapper si trova, parlando di sporcizia, vomito, condizioni igieniche disumane, cibo immangiabile e detenuti che gli urlano contro. A quanto pare A$AP Rocky dovrà restare in quella prigione per tre settimane, non è dato sapere al momento cosa succederà dopo. Sono in molti gli artisti che oggi stanno esprimendo via Instagram la loro solidarietà nei confronti di A$AP Rocky condannando le condizioni disumane in cui viene detenuto e invitando a firmare una petizione. Eppure sembra tutto molto strano…. Le carceri svedesi sono dei resort, il web è infatti pieno di articoli e immagini di Halden, per esempio, che viene definita la prigione più umana al mondo, o Bastoy, il carcere più bello al mondo, siamo quindi sicuri che i tabloid americani non stiano ingigantendo la cosa? Mercoledì prossimo A$AP Rocky è atteso a Milano per il suo concerto, molto probabilmente, dovendo scontare ancora due settimane in prigione, non potrà essere presente, anche se al momento l’organizzazione della data milanese non ha ancora dato comunicazioni in merito. Be you, be R.E.B.E.L. #rap #rapitaliano #trap #hiphop #life #asaprocky #rebel

A post shared by R.E.B.E.L. (@rebel_mag) on

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: