Quando l’hype è troppo, storpia

Quando l’hype è troppo, storpia

Un bel gioco è bello quando dura poco mi ripetevano da bambina, crescendo ho capito quanto avessero ragione.

Portiamo questo detto nel rap, e nello specifico nelle mosse dei rapper su Instagram volte a ceare hype. Saranno ormai quattro giorni che Samuel Heron si è svegliato dal letargo, ha smesso di pubblicare stories in cui cucinava, ha eliminato come da prassi le foto dal suo profilo Instagram, ha cambiato quella del profilo così da farci intendere che presto farà un annuncio. Vuoi dire che torna a fare musica e la smette con la cucina? A quanto pare sì ed era anche ora! Va bene prendersela comoda, fare le cose fatte bene, ma è da un anno che non caccia fuori un singolo… Comunque, torniamo alla questione hype/annunci importanti: siamo tutti d’accordo sul fatto che non stia per annunciare il nuovo presidente della Repubblica e neanche il nuovo Papa, ci aveva dato appuntamento ieri alle 14.00, ha inscenato un finto rapimento, l’appuntamento è slittato oggi alle 14.00 dove ci viene chiesto di commentare ovunque con l’hashtag #freesamuelheron e che palle!!!

 

Screenshot_20190513-141440_Instagram.jpg

 

Ma ste mosse stancano… E non perché uno è curioso di sapere tutto e subito, ma semplicemente perché sti giochetti per far crescere l’hype sono una rottura di coglioni. Tanto, sia che la gente commenti con #freesamuelheron, sia che non lo faccia, l’annuncio lo danno comunque, è solo un modo noioso per allungare il brodo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: