Dai parliamone, quanti vorrebbero essere al posto del cane?

Dai parliamone, quanti vorrebbero essere al posto del cane?

Nell’Instagram story di Fuckgionni, uno dei profili Qualcosa.ebbasta creati dalle ragazze su Instagram per venerare Sfera, c’è il segreto del suo successo. Sfera è adorabile. Quando bacia la mamma, quando aiuta le vecchiette, quando fa i dispetti al suo assistente/amico Tano e perfino quando abbraccia il cane di qualcun altro. Gionata Boschetti dice sempre grazie, per favore, scusa. E’ l’esatto opposto di come è stato dipinto dopo la strage di Corinaldo quando chiunque si è sentito autorizzato a farlo a pezzi per colpe che non ha.

 

56517211_609464776194150_6889008576574941882_nwithout.jpg

 

La tragedia – disumana, irreale e irreparabile – non è capitata in un locale dove sarebbe dovuto arrivare un poeta maledetto con un comportamento maledetto. E’ successa nella discoteca dove sarebbe dovuto arrivare Sfera ebbasta, il cantante al quale le mamme avevano messo in braccio i bambini per le foto ricordo agli eventi di vari brand. Non metti in braccio tua figlia di quattro o cinque anni a un ragazzo di 25 se non senti che ti ispira fiducia. E le mamme l’hanno fatto. Sfera è ancora lo stesso ragazzo, ma le mamme adesso hanno paura a mandare i figli ai live per quello che è stato scritto su di lui. E’ stato dipinto come un criminale in un Paese dove neppure i veri criminali hanno mai avuto un trattamento mediatico come quello riservato a lui. Fango su fango, cattiverie su cattiverie, offese e commenti torturanti che hanno fatto soffrire pure i fan. Sfera ha incassato senza parlare. Ha risposto con la sua arte e il suo talento. Ha scritto una canzone bellissima, Mademoiselle. Gli hanno criticato pure quella. Però Sfera ha un’altra arma ed è il fattore Adorami che per le ragazze più piccole si può anche chiamare il fattore Sposami. Sfera è adorabile e infatti ha parlato direttamente alla mamme. Ha detto: “Vi regalo i biglietti, cosi portate i vostri figli ai concerti vedete che non sono poi così male”. Al momento ci sono ancora biglietti per le date a Milano, Roma e Napoli. E questo è il marchio di una tragedia che il ragazzo si porterà addosso per tutta la vita, ma di cui non ha colpe. E’ rimasto in silenzio a lungo e quando è comparso, sui social, era pallido, tirato, provato dai continui attacchi e dai contratti sfumati.
Però Sfera non ha perso il senno come avrebbe fatto un poeta maledetto (e anche una persona normale sottoposta a un tal massacro). Si è messo a fare palestra, ha lavorato alle sue canzoni e poi è andato in vacanza, a Los Angeles. Solo che in America ti giudicano per quanto vali non per quello che gli altri dicono su di te. E quindi la vacanza è diventata lavoro. E i risultati si vedranno nei brani internazionali che usciranno. Sfera ha conquistato tutti, non solo due imperatori come Drake e J Balvin. Ha conquistato anche il parrucchiere di Miami. E tutto il popolo dei Qualcosa.ebbasta è tornato a gioire. Volere bene a Sfera non vuol dire essere insensibili nei confronti della tragedia di Corinaldo. Volere bene a Sfera significa volere bene ai ragazzi che lo seguono. Perchè i ragazzi hanno capito che dietro l’apparenza, c’è la sostanza. C’è un ragazzo con l’animo da boy scout e il fattore adorami. Al quale è capitata una tragedia più grande di lui. Alla quale sta rispondendo nella maniera migliore di quanto non farebbe chiunque altro.

 

Anna Savini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: