Lil Pump, l’arresto, Di Maio e Fedez

Lil Pump, l’arresto, Di Maio e Fedez

Lil Pump si trovava a Copenaghen per una data quando fu fermato dalla polizia locale, insieme ai ragazzi della sua crew, per una perquisizione, forse per scovare la presenza di sostanze stupefacenti. E qui arriva il bello: durante il controllo, credendo di non essere visto dagli agenti, Lil Pump ha iniziato una diretta su Instagram durante la quale ha preso in giro gli agenti presenti sul posto, arrivando persino a rivolgere il dito medio a uno di loro che al momento gli dava le spalle: un suo collega, tuttavia, si è accorto di quanto stava accadendo.

 

 

La polizia ha così deciso di trattenere il cantante per altre 24 ore, pur senza aver formalizzato verso di lui alcuna accusa ufficiale.

 

luigi-di-maio-lil-pump.jpg

 

Altra notizia che sta facendo il giro del web è la somiglianza tra Lil Pump e Di Maio scovata da Fedez. 

 

 

La mia nuova ossessione. Voglio Lil Pump feat. Luigi Di Maio subito! Insegnaci a flexare il reddito di cittadinanza” scrive Fedez su Instagram. “Con te in consolle, il feat si può fare” è stata la risposta di Di Maio.

In pochi forse si ricordano che nel 2014 Fedez aveva composto l’inno ufficiale del Movimento 5 Stelle, Non sono partito.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: