Il potere di J-Ax: è la terza generazione a cui cambio la testa

Il potere di J-Ax: è la terza generazione a cui cambio la testa

Non è facile raccontare il concerto di J-Ax e la reunion con gli Articolo 31. È stato un viaggio nella storia e nel tempo accompagnato dalle rime di Ax. Ecco che 25 anni di musica sono stati accompagnati e scanditi da maxi schermi che, sotto forma di televisori, raccontavano e ripercorrevano gli episodi più salienti e significativi di ogni anno, dalla politica, ai film, ai personaggi e programmi tv, a fatti di cronaca: J-Ax ci ha fatto fare un viaggio emozionante negli ultimi 25 anni della storia italiana e non. Il tutto non poteva che essere accompagnato dalle sue canzoni, con le quali almeno 4 generazioni sono cresciute. Bambini, ragazzini, giovani e meno giovani erano tutti lì per lui a cantare insieme quelle canzoni che ci hanno accompagnato per decenni.

IMG_7098.jpg

Il potere della musica è quello di diventare nostra, di farsi portavoce dei nostri sentimenti e delle nostre emozioni, di accompagnarci in ogni istante della nostra vita, di rappresentare ogni nostro stato d’animo. Il potere della musica è di essere immortale. La bravura di un artista sta nel creare musica immortale e la musica di J-Ax lo è, riesce ad asprimere a distanza di anni le stesse emozioni che si provavano ascoltandola per la prima volta, riesce ad essere attuale nonostante siano passati tanti anni. Canzoni come Vecchia Scuola, Spirale Ovale, Piccoli per Sempre, Non è un Film, Domani, L’Italiano Medio sembrano essere scritte oggi per domani e non ieri per ieri.

IMG_7218.jpg

Sono cresciuta ascoltando gli Articolo 31, gli 883 e J-Ax e trovarmi sotto palco davanti a due delle fugure che hanno fatto parte della mia crescita adolescienziale è stata un’emozione fortissima, così come vedere Ax salire sul palco e cantare Rap n’ Roll, la stessa scritta che ho tatuata sul braccio e che mi ricorda sempre chi sono e da dove vengo. L’emozione di vedere gli Articolo 31 di nuovo insieme, di vedere la gioia e l’euforia di Dj Jad, che in tutti questi anni ha lottato per i suoi e i nostri Articolo 31 è stata impagabile. Ricordo, quando negli ’90, le canzoni degli Articolo venivano suonate ovunque, ricordo le faide interne al rap italiano che davano del venduto ad Ax, ricordo come erroneamente veniva definito non rap, e ricordo, perché è la musica che parla, di quanto fosse rap più di chiunque altro. Noi siamo vecchia scuola, noi siamo la scuola di quelli che sono cresciuti con questa musica, che amano le rime, le parole e i significati che hanno avuto e che hanno ancora per ognuno di noi, noi siamo quelli che hanno tanta nostalgia per gli anni ’90, noi siamo quelli un po’ rap e un po’ rock n’ roll, perché c’era la musica, la musica, c’era la musica.

IMG_7373.jpg

J-Ax ci ha fatto fare un viaggio nel tempo, nella storia di ognuno di noi e ci ha riportati al 2018, dove lui è diventato padre e tutti noi siamo maturati e cresciuti, ricordandoci che dentro siamo ancora piccoli per sempre e che certe emozioni non muoiono mai.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: