Con Kamikaze Eminem ha scatenato il panico

Con Kamikaze Eminem ha scatenato il panico

Kamikaze ha avuto l’effetto desiderato: scatenare il panico. Dopo il gran caos per il termine omofobo usato nei confronti di Tyler The Creator, é la volta di Machine Gun Kelly. Nella traccia Not Alike Eminem, insieme a Royce Da 5’9,  decide di prendere una volta per tutte le distanze da Machine Gun Kelly, che  per la sua velocità in extrabeat, é stato più volte paragonato a lui e la cosa evidentemente non gli ha fatto piacere.

Sto parlando con te ma sai già chi cazzo sei, Kelly / Dico le cose come stanno, non nascondo i miei diss / Ma tu continua pure a parlare di mia figlia Hailie“.

Perché ha parlato di sua figlia? Perché nel 2012 MGK, all’epoca 20enne, aveva fatto apprezzamenti su Hailie via Twitter dicendo che era “davvero figa” e specificando che lo stava dicendo “nel modo più rispettoso possibile, perché Eminem è il re. Ovviamente Eminem non la prese per niente bene e in Not Alike ha messo tutti i puntini sulle i.

Ora MKG ha risposto a Eminem nella traccia Rap Devil, chiara provocazione fin dal titolo della famosissima Rap God.

“Regalategli un rasoio elettrico! Ha la barba strana.
Che parole pesanti, da un rapper che paga milioni all’anno la security!
“Mio padre è impazzito”, sì, Hailie, hai ragione.
Papà è fuori di testa, lì chiuso in studio, a gridare al microfono.
Sei sobrio, ti annoi, eh?
Hai quasi 46 anni, cane!
Dici roba tipo, “Chiamerò Trick Trick”.
Amico, sembri una cagna!
Sii uomo, risolvi da solo i tuoi problemi”.

Eminem non è uno sprovveduto, sapeva benissimo che avrebbe scatenato il panico con Kamikaze e i numerosi dissing, chi sarà il prossimo a rispondere?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: