Sto paraculo Magazine

Sto paraculo Magazine

Si finge imparziale ma niente di quello che compare sulla pagina di Sto Magazine é messo a caso.

L’ultima frontiera é La giornata di.. nella quale tramite diversi post leccamo il culo a uno o più artisti, ma ovviamente gli artisti scelti non sono messi a caso. Dopo i sei post dedicati a Peace & Love di Sfera Ebbasta e del loro pupillo nonché padrone di casa Ghali, il numero é sceso a cinque per promuovere Zingarello sempre di Ghali e questa volta Sick Luke. Ma Sto, furbo come una volpe, ha finto di spingere e promuovere il singolo dedicando la giornata non a Ghali, ma a Sick Luke. Certo, dedicarla a Ghali sarebbe stato troppo e avrebbe scatenato polemiche, quindi meglio aggirare l’ostacolo e fare la parte dei finti imparziali.

Zingarello é stato l’ultimo singolo fi Ghali quindi la giornata di Sto non é stata più dedicata a nessuno, fino a settimana scorsa. Con due post, niente in confronto ai sei di Ghali e Sfera, é stata annunciata La giornata di Ensi. Wow Sto ha deciso di dedicare una giornata a un rapper che non abbia niente a che fare con lui o con Ghali. Ovviamente no. La giornata é stata dedicata a Ensi solo perché il giorno dopo sarebbe uscito sul loro canale YouTube un documentario girato da loro con protagonista Ensi. Documentario che ripercorre pari pari la rubrica storie di strada che avevo creato quando scrivevo su Hano e guarda caso mi ero accordata con Ensi per una cosa simile che poi non è andata in porto a causa della mia dipartita da quel sito. Insomma, originale e imparziale Sto.

Oggi é la giornata di Giame, artista di cui Sto scrive di rado. Finalmente ha capito che si può scrivere anche di artisti al di fuori della solita cerchia e vuole dare spazio a chi se lo merita? Ovviamente no. La giornata é dedicata a Giaime perché domani sul canale YouTube di Sto uscirà un documentario dedicato a lui.

Sto non sa cosa sia l’imparzialità, l’etica giornalistica e la professionalità, oltre a farsi pagare 100 euro per una storia su Instagram, a spingere sempre gli stessi e ad avere accordi con etichette e management, scrive di alcuni artisti solo quando deve spingere se stesso. Complimenti.

1 Comment

  • GLM DLYNR
    Giugno 11, 2018

    Quindi si comportano come se fosse una “guerra” d marketing?x loro si vede che lo è.sbaglio?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: