Raffaella Carrà, il primo ombelico della televisione italiana

Raffaella Carrà, il primo ombelico della televisione italiana

È morta a 78 anni Raffaella Carrà, la più grande soubrette italiana di tutti i tempi. Un artista completa, attrice, cantante, ballerina, presentatrice, era sempre un passo avanti. Un’innovatrice, capace di rompere tanti tabù e di essere sia un’icona di stile, sia un’icona pop, azzardo nel dire rock nell’anima.

Anni ‘70, Raffaella Carrà sconvolge il perbenismo della tv italiana mostrando il suo ombelico. Il primo ombelico in tv. Si dice così, anche se storicamente non è stato il primo, ma il secondo. Il primo ombelico, o meglio i primi due, sono stati quelli delle gemelle Kesler, ma non avevano fatto tanto scalpore, al punto che in pochi si ricordano che sono state loro le prime a mostrare l’ombelico in tv e si attribuisce questo merito a Raffaella Carrà.

Lei cantava l’allegria, l’amore in modo diverso, la libertà di amare e di fare l’amore in un’Italia decisamente moralista, nella quale vigeva in tv la censura e l’influenza cattolica. Eppure lo faceva con spontaneità, eleganza, ironia, senza mai risultare volgare.

Un’icona della libertà sessuale, della gioia del sesso, dell’indipendenza femminile, con semplicità e leggerezza.

Di Raffaella Carrà e di come ha stravolto il mondo della tv potremmo scrivere pagine e pagine, ma ho pensato di ricordare questa regina con 5 delle sue canzoni più iconiche.

1. TANTI AUGURI

2. A FAR L’AMORE COMINCIA TU

3. BALLO BALLO

4. RUMORE

5. TUCA TUCA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: