Chi è Jordan, il ragazzo che sale sui tetti delle auto dei carabinieri?

Chi è Jordan, il ragazzo che sale sui tetti delle auto dei carabinieri?

Jordan Jeffrey Baby è un giovane artista di 22 anni e in molti in questi giorni stanno parlando di lui per un video postato sul suo profilo Instagram.
Per annunciare il suo prossimo singolo, infatti, Jordan ha deciso di salire sul tetto dell’auto dei carabinieri.
Il gesto ovviamente non è passato inosservato e ora rischia parecchio.

 

E’ ora di attaccare la nazione stessa. Non me ne frega niente. Non metti un selvaggio in gabbia, è la nuova ca..o di legge, raga” – dice Jordan, che sui suoi profili social si mostra mentre compie atti provocatori, come fumare sul treno, mostrando le corna davanti a un carabiniere, o con una pistola puntata alla tempia, o danneggiando la merce esposta sugli scaffali di un market.

 

 

https://www.instagram.com/p/B6QL9_QiWwu/?igshid=dhiz3kftgrz5

 

 

Ma cosa si cela dietro ai suoi gesti?
Vuole solo attirare l’attenzione? Se così fosse, sicuramente ci è riuscito, visto che il video è stato repostato anche da Matteo Salvini su Twitter, e ora, denuce a parte, in molti ne stanno parlando.

 

 

 

 

Ma c’è di più. Jordan si è raccontato molto in live dagli Arcade Boyz e quello che ne è emerso è la tristezza di un ragazzo di 22 anni che crede di non avere opportunità.

 

 

 

 

Diventare famosi con la musica è l’unica via d’uscita. È agghiacciante sentire le sue parole, davvero oggi non ci sono altre strade? Davvero non esiste un’altra via d’uscita?
L’unica speranza di avere una possibilità di riscatto nella vita può essere diventare popolare come Drefgold per esempio o la FSK? È agghiacciante sentire un ragazzo così giovane che crede di non avere altre possibilità nella vita, che ha puntato tutto su questo, soldi, famiglia, energie, tutto. O la va o la spacca. Non esiste fare altro, per Jordan non c’è lavoro, non vuole essere uno dei tanti sottopagati e sfruttati. È questo che emerge dalle sue parole, la tristezza di un ragazzo che crede di non avere un futuro se non diventando famoso con la musica. E non è amore e passione per la musica, è il prodotto e l’esempio di un’industria musicale e mediatica che ha fatto sì che i ragazzi credano che l’unica via d’uscita sia quella di diventare famosi e che lo possa fare chiunque. Il tutto senza fatica alcuna, come se fosse un miracolo, perché purtroppo di miracolati nella musica ce ne sono parecchi, ma quanto possono durare?

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: