Medy commenta la rissa avvenuta a Bologna durante un suo evento

Casalecchio, trapper improvvisa concerto: feriti, risse e panico al Gran Reno”, così Bologna Today titola quanto accaduto ieri pomeriggio al centro commerciale Gran Reno di Casalecchio, dove Medy ha voluto incontrare i suoi fan e far sentire loro un po’ di musica nuova. A una settimana dall’uscita di Maltempo, il nuovo progetto di Medy, che verrà rilasciato il 15 dicembre, l’artista ha voluto fare un regalo ai fan incontrandoli nella sua città con un live improvvisato fuori dal centro commerciale.

C’erano molti ragazzi presenti e pare che qualcuno abbia pensato bene di spruzzare lo spray al peperoncino causando il panico, risse, spintoni, feriti, e qualche ragazzo ha riportato anche ferite da armi da taglio.

Inizialmente Medy non aveva commentato pubblicamente quanto accaduto, aveva semplicemente ringraziato i fan intervenuti e dato loro appuntamento al 15 dicembre, giorno della release del suo nuovo progetto. Poi la notizia, così come diversi contenuti video dei presenti, ha iniziato a girare e Medy non ha potuto esimersi dal commentare.

Medy però non ha condannato i tafferugli e le risse avvenute, non ha speso parole per i ragazzi rimasti feriti, ma si è concentrato su chi per fare hype parla di cose mai successe.

Queste le sue parole “mi state scrivendo in tanti chiedendomi cosa sia successo, mi sembra giusto fare chiarezza. Ieri sera sono passato nella mia città per far sentire la mia musica e incontrare i miei fan cercando di regalargli un bel momento.

Davanti ai miei occhi ho visto solo felicità, mi dispiace che si siano creati disordini prima che arrivassi per colpa di poche persone che non sanno divertirsi. Ma mi dispiace ancora di più che ci siano persone che pur di fare hype o un contenuto virale su TikTok siano disposte a tutto. A far male al prossimo e a parlare di cose mai successe. Ho sempre fatto del bene con tutti, non ho mai fatto parlare male di me ma se per essere virali, famosi, riconosciuti per qualche minuto dovete fare ciò non usate il mio nome per favore. Imparate il rispetto. Provando a parlare di morti inesistenti avete ucciso me”.

Forse il rispetto, dovrebbe impararlo chi puntualmente si presenta a un evento e crea il panico spruzzando lo spray al peperoncino. Chi si diverte a creare risse. E non chi riporta i fatti. Medy si è più preoccupato del suo nome che di quanto accaduto, e dei suoi fan che sono rimasti feriti e che forse non hanno vissuto proprio un bel momento. Ha preferito parlare di chi vuole creare hype al posto di condannare i comportamenti violenti. Il suo nome non è stato usato erroneamente o con cattiveria, il suo nome è stato fatto perché dei cretini hanno creato una rissa a un suo evento.

Lascia un commento