Apparsa a Milano una statua della Libertà con la faccia di Putin

La mattina di giovedì 1 dicembre a Milano in Moscova, al centro di Largo La Foppa, è apparsa una statua misteriosa alta oltre 2 metri e 50 raffigurante la Statua della Libertà, simbolo di New York e degli Stati Uniti, di colore fucsia con macchie di vernice lungo tutta la tunica e non solo. C’è un dettaglio particolare: al posto della Dea Ragione, compare il volto di Vladimir Putin, mentre al posto della fiaccola la mano destra della statua tiene una pistola puntata verso il cielo.

 

L’installazione è opera di DICò,artista eclettico della pop art internazionale con il suo messaggio di denuncia sociale:

“IT ALWAYS SEEMS IMPOSSIBLE UNTIL IT’S DONE. FREEDOM IS NOT A GUN”

 

La prima citazione è di Nelson Mandela, premio Nobel per la pace. “Sembra sempre impossibile, finché non viene fatto”. La seconda frase – “la Libertà non è una pistola” – è invece dell’artista, che sembra evidenziare come troppo spesso la libertà venga strumentalizzata come mezzo e come giustificazione per avviare delle guerre.

Lascia un commento