Anche Drake affittava una Rolls Royce per far credere di essere ricco

Anche Drake affittava una Rolls Royce per far credere di essere ricco

Domenica (24 ottobre) Drake ha compiuto 35 anni. Per l’occasione ha dato un party ricco di ospiti a tema Cocaine Cowboys, che riprende la nota serie Netflix, e il dress code era ovviamente texano.

Tra i vari regali ricevuti da Drake, uno in particolare ha colpito la sua attenzione. Si tratta di una macchina che era solito affittare prima del successo e dei soldi per far credere a tutti che ce l’avrebbe fatta.

Nel 2007 – scrive Drake nel post pubblicato sul suo profilo Instagram – noleggiavo questa Rolls Royce Phantom per convincere le persone in città che ero destinato a farcela. Racimolavo in qualche modo 5k al mese per mantenere le apparenze. L’ho portata anche a Montreal per il mio primo spettacolo in assoluto. La parcheggiavo fuori dallo studio mentre lavoravo al disco So Far Gone. Anche se non consiglio a nessuno di mettersi in guai finanziari per cose materiali, mi rendo conto ora che questo era solo il mio modo di manifestarmi. Avevo bisogno di credere che avrei potuto avere tutto ciò che volevo. Oggi nel 2021 mio fratello @futuretheprince ha rintracciato quella macchina e me l’ha regalata… ora è mia”.

Che storia pazzesca questa di Drake. Ora è uno dei rapper più ricchi al mondo, ma 14 anni fa doveva noleggiare una Rolls Royce per far credere e credere lui stesso che ce l’avrebbe fatta. E ce l’ha fatta.

Il suo gesto è comunque estremamente hip hop, ostentare beni di lusso e ricchezza è insito nell’hip hop, ma lo è anche mostrare oggetti costosi che non si posseggono e far credere che siano di proprietà. Questo vale per il Drake del 2007, ma anche per tantissimi rapper italiani, che mostrano gioielli e macchine noleggiate e che fanno credere siano loro. L’unica differenza è che Drake alla fine ce l’ha fatta, non solo a diventare ricco, ma anche e soprattutto ad essere uno dei rapper più influenti al mondo, possiamo dire lo stesso di tutti gli altri?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: