5 feste di compleanno dei rapper a cui avremmo voluto partecipare

5 feste di compleanno dei rapper a cui avremmo voluto partecipare

In queste ore ovviamente si parla dell’ultima festa di compleanno di Drake, che ha festeggiato 35 anni con un party a tema texano e i video e le foto della serata stanno facendo il giro del web.

Quando si parla di compleanni e feste i rapper americani non badano a spese e a stranezze di ogni tipo e spesso leggendo articoli in merito, o guardando le foto e i video postati sui social, abbiamo pensato “avrei voluto esserci”. Come a un party colmo di blunt di Snoop Dogg, o sontuoso come quello organizzato da Diddy per i suoi 50 anni, o strano, per non dire inquietante, come mangiare biscotti con la faccia di Kanye West bevendo un cappuccino sempre con la faccia di Kanye West.

Ecco 5 feste di compleanno a cui avremmo voluto partecipare:

1. SNOOP DOGG.

Nel 2013 per il suo 42esimo compleanno, Snoop Dogg ha organizzato una festa alla Snoop Dogg. Tantissimi ospiti, una sfilza di ragazze bellissime e poche vestite, blunt per tutti e Colt45 a fiumi. Dai racconti sembrava quasi di stare in uno dei videoclip di Snoop Dogg, che ha deciso di omaggiare i presenti con la sua G-Pen Herbal Vaporizer, una sigaretta elettronica realizzata in collaborazione con Grenco Science. Una festa super scialla tra ottimo fumo e ottimi liquori, dove il divertimento è assicurato.

2. TRAVIS SCOTT.

Per il suo 28esimo compleanno Travis Scott ha spento le candeline all’interno del temporary store Nike. L’allestimento della serata aveva come fil-rouge il tema della prossima collaborazione tra Nike e Cactus Jack. Ad organizzare il party è stata Kylie, che, insieme alla sorpresa, ha regalato a Travis Scott una Lamborghini infiocchettata che aspettava il rapper sul vialetto di casa. Il party aveva come tema la classica stazione di servizio americana, con tanto di frigoriferi, dove le bibite erano etichettate Scott 1000.

Il gift ricordo dell’evento invece era un tattoo estemporaneo realizzato da un tatuatore presente alla serata, mentre la torta era una grandissima Air Jordan 1.

Un festa non solo per i fan di Travis Scott, ma anche per gli amanti delle sneakers e delle location con allestimenti non convenzionali, in più ti porti a casa un tatuaggio gratis, figo no?

3. DRAKE.

Per festeggiare il suo 32esimo compleanno Drake ha organizzato una festa a tema anni 2000 ai Goya Studios di Hollywood. Ha sfoggiato due look a tema, il primo preso dal video di Trade It All che apparteneva all’album Fabolous del 2002, il secondo ispirato a un simbolo di quegli anni, Puff Daddy. Nella location era stata allestita una zona che ricordava un negozio di Blockbuster, e uno snack bar 7-Eleven, una catena di negozi che ha caratterizzato quegli anni. La torta invece era a forma di Motorola.

Se hai vissuto i primi anni 2000, questa festa di Drake è nostalgia pura, in termini di stile, musica e vita. Il Blockbuster era la prassi per noleggiare i film prima di Netflix & co e quasi tutti avevamo un Motorola, gigante è ingombrante, che non faceva neanche le foto. Un bel back in the days.

4. DIDDY.

Per il suo 50esimo compleanno, Diddy ha organizzato una mega festa nella sua villa di Los Angeles. Agli invitati è stato inviato un messaggio inviato da Naomi Campbell che recitava “Sei invitato ai 50 di Diddy… porta solo scarpe da ballo e buone vibrazioni“.

C’erano proprio tutti alla festa, che più che una festa era una reunion di star: da JAY-Z e Beyoncé, a Naomi Campbell, Cardi B e Offset, Pharrell, Usher, Leonardo DiCaprio, Lil Kim, e Mary J. Blige, Post Malone, Kim Kardashian e Kanye West. In effetti, nonostante la sontuosità del party, ad attirare l’attenzione è stata la stretta di mano tra Ye e Jay-Z che sembravano essersi riappacificati dopo tanto tempo.

5. KANYE WEST.

Per il 41esimo compleanno di Ye, Kim Kardashian ha organizzato un party nella loro casa di Los Angeles. Tra gli invitati c’erano Pusha-T, Quavo, 2 Chainz e Kid Cudi.

La parte interessante erano sicuramente i biscotti con la faccia di Kanye West da inzuppare in un cappuccino dove campeggiava ancora il viso del rapper. La torta di compleanno era invece dedicata al disco YE, un dolce a forma di montagne, come quelle che si vedono sulla copertina del disco, mentre a intrattenere gli invitati, c’era un mago, o meglio il mentalista Lior Suchard.

Figo eh, ma forse un po’ inquietante mangiare biscotti con la faccia di Kanye West nel cappuccino con la faccia di Kanye West, un po’ troppo, anche per un egocentrico come lui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: