Blanco rimane in mutande a Radio Deejay

Blanco rimane in mutande a Radio Deejay

Blanco, fresco di uscita del suo primo disco, è stato ospite di Michele Wad Caporosso a Say Waaad. Fin qui niente di strano, ma Blanco ci ha abituati a stranezze di ogni tipo, sia a livello musicale che personale. È quel tipo di persona a cui la madre chiede “sei normale”? Ma glielo chiede anche il padre quando lo vede correre nudo per i boschi del bresciano, un’abitudine che Blanco ha da un po’ di tempo e che non intende abbandonare, nonostante chi lo vede possa prenderlo per pazzo.

Durante la presentazione alla stampa di Blu Celeste, Blanco ha raccontato che “spogliarmi di tutto e andare in giro nudo mi fa pensare che sono solo un puntino nell’universo. Finisco per chiedermi ma in fondo chi sono io? Quanto conta quel che faccio? La risposta è che sono uno che un giorno morirà, come tutti”.

Un gesto naturale, una sorta di ritorno alle origini, ma anche un gesto estremamente punk, non a caso negli anni ‘90 i Blink 182 si mostravano nudi e hanno creato il nudo punk, un po’ come Iggy Pop che addirittura ha dichiarato più volte di non portare neanche le mutande.

Ma tornando a Radio Deejay e Say Waaad, quando Michele Wad Caporosso racconta che l’idea era quella di fare l’intervista in mutande, Blanco non ci pensa due volte e si spoglia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: