J-Ax minacciato pesantemente dai No Vax: “lo riempiamo di botte”

J-Ax minacciato pesantemente dai No Vax: “lo riempiamo di botte”

Sono state rese pubbliche alcune chat Telegram in cui alcuni No-Vax insultano e minacciano pesantemente J-Ax e la sua famiglia per le sue posizioni pro-vaccino e contro i negazionisti del Covid. Chat e messaggi pubblicati da Open.it nei quali si legge: “gli ho scritto su Instagram che, se lo becco in giro per Milano, gli spacco il culo. L’ho già incrociato due volte anni fa, spero ci sia la terza”. E ancora “tanto lo becco in giro in macchina e faccio diventare il suo sogno realtà, al contrario”; “finché qualcuno non ti prende a calci nei coglioni lo puoi dire, poi canterai in falsetto…

I messaggi sono estratti dal canale Telegram “Basta dittatura”, di cui la procura di Torino ha disposto il sequestro e che ha pubblicizzato le proteste dei No Green Pass di domenica (11 settembre), compresa quella di Milano, ovviamente non autorizzata.

In seguito a queste ripetute minacce J-Ax ha deciso di rompere il silenzio e ha pubblicato un video sul suo profilo Instagram nel quale racconta quanto gli sta accadendo.

Ciao, sui giornali sono usciti gli screenshot delle minacce nei miei confronti, prese da gruppi Telegram dei negazionisti del Covid, sono vere e proprie fatua di gente che dice e cito “vuole cercarmi, bastonarmi, investirmi e riempirmi di botte”. Non è la prima volta, in passato mi hanno mandato, anche più volte, foto di proiettili. Se queste cose le avessero scritte e fatte, faccio un esempio eh, che so, persone con una tonalità di carnagione un po’ più scura della mia e che parlano, sto sempre facendo un esempio a caso eh, tipo diciamo l’arabo, ho il presentimento che il gis dei carabinieri sarebbe intervenuto per sfondargli casa, entrando dalle finestre. Ma visto che queste persone sono bianche e fanno comodo politicamente a sappiamo chi, possono minacciare di morte, pedinare medici e giornalisti, bloccare le città e fare quel cazzo che vogliono. Cari politici, capirete di avere a che fare non solo con soggetti goffi e svalvolati ma con dei terroristi che si stanno radicalizzando ogni giorno di più online, solo quando sarà troppo tardi e a quel punto a pagare, spero, ci saranno le persone che dal Parlamento stanno facendo il tifo e proteggono questi anti-italiani. Si sono anti-italiani perché più spazio hanno e più rallenteranno il rilancio del nostro Paese. Io quando penso ai negazionisti, penso alle persone coi negozi chiusi, ai ristoranti costretti ad abbassare per sempre la serranda. Penso alle migliaia di operai del mondo dello spettacolo a casa da due anni. Insomma, penso agli italiani normali, che sono il sale della terra del nostro Paese. Chiunque abbia amore per l’Italia, dovrebbe combattere chi vuole la sua distruzione e i negazionisti vogliono distruggere gli italiani e l’Italia. Tutto questo è nato perché in un’intervista ho detto che chiunque abbia vissuto in maniera pesante -e a me e mia moglie è successo- il Covid, investirebbe per la frustrazione, in auto, chi è così sciocco da negare l’esistenza di ciò che ti ha fatto così tanto male, così tanto soffrire. Chiunque munito di pollice opponibile capirebbe che si tratta di un’iperbole comica per descrivere la frustrazione provata contro chi riesce a negare un’evidenza che ha ucciso 5 milioni di persone nel mondo e non una minaccia così campata in aria. Ogni settimana muoiono, circa, 1000 italiani ancora di Covid. Chi nega questo virus sta condannando a morte altri italiani. Di che cazzo stiamo parlando? Poi chi mi conosce lo sa che sono una persona pacifica e per la non violenza. Purtroppo però la gente che mi vuole bene in tutta Italia non è altrettanto zen, quindi fossi nei panni di chi minaccia, starei un po’ più attento. Dai scherzo! E io la capisco eh, la paura che hanno le persone che non vogliono vaccinarsi. Cosa credete? Che noi che siamo vaccinati non abbiamo avuto dubbi? Non ci siamo detti “Magari la sfiga che qualcosa vada storto capita proprio a me”. Ma l’abbiamo fatto, perché è un dovere civico, certo per la nostra salute, ma anche per difendere la vostra di salute, la salute del Paese e del mondo. I negazionisti sono solo dei privilegiati, che non hanno mai visto cosa fa il Covid e poi leggiamo di dottori che parlano di negazionisti del Covid attaccati a qualche respiratore che chiedono, implorano il vaccino. Io non solo ho avuto il Covid in casa, ho perso anche qualcuno di importante: il padre di Jad è morto di Covid. Me lo ricordo durante una data degli Articolo 31 poco tempo fa e per colpa di questo virus di merda la volta successiva che l’ho visto, è stato dentro una bara, al suo funerale. Questa è la realtà, nessuno vuole togliere la libertà di nessuno, si tratta solo di rispettare la vita, il dolore e la morte delle persone, perché questo è il Covid. Comunque peace and love, ciao da J-Ax”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: