Dove abbiamo già sentito Jackson di Shiva?

Dove abbiamo già sentito Jackson di Shiva?

Shiva ha pubblicato su YouTube il video di Jackson, una bonus track rilasciata il 12 luglio. L’ennesima traccia post uscita del disco, giusto per ricordarci della sua esistenza e per risollevare ancora un po’ le sorti di un album per molti deludente.

In effetti Jackson non è per niente male, se non fosse che ricorda molto una canzone di NBA YoungBoy, Diamond Teeth Samurai, uscita nel 2018.

Ecco perché è figa Jackson, perché è molto simile a un brano di NBA YoungBoy. Ispirazione? Plagio? L’ho sentita e voglio fare una roba simile perché non ho più idee? Non si capisce davvero più niente, resta solo il fatto che è l’ennesima canzone di Shiva che assomiglia a una canzone già pubblicata da un rapper americano e non solo, dal momento che Problema ricorda parecchio Nunca Foi Sorte, brano del rapper brasiliano MC Rodolfinho

Ma la musica non è arte? Perché uno dovrebbe fare musica prendendo spunto dagli altri o addirittura copiando gli altri? Tra l’altro in questo caso, il flow di NBA YoungBoy è dieci spanne sopra a quello di Shiva, che sembra il prodotto che ti arriva a casa quando compri su Wish.

Comunque, e non mi riferisco solo a Shiva, ma soprattutto in generale, se un artista non è in grado di creare qualcosa di completamente suo, che possa ispirare gli altri e dare alla musica un valore aggiunto, allora non faccia musica, faccia altro, perché è davvero squallido vedere quanti pseudo artisti italiani si credono grossi e fighi e poi vanno a prendere spunto a destra e a manca per fare le loro canzoncine e continuare a fare i fighi con il proprio pubblico, prendendosi tra l’altro gioco di esso. Questo non è fare musica, ma copiare i compiti prima dell’arrivo della professoressa in classe.

Non se ne può più di sentire beat copiati, sample rubati, flow copiati, artwork copitati, merch copiati, attitudine copiata, parole e concetti di uno che vengono ripresi dagli altri, ma l’originalità dov’è? Non può essere sempre e solo il solito omaggio non omaggiato.

Salvador Dalì diceva il vero artista non è quello che trae ispirazione dagli altri, ma quello a cui gli altri si ispirano. Beh, sinceramente, di veri artisti, nel rap italiano, ne vedo ben pochi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: