Come Travis Barker sta influenzando il rap

Come Travis Barker sta influenzando il rap

Travis Barker, l’iconico batterista del gruppo pop-punk Blink 182, ha sempre avuto un piede nella cultura hip-hop. Ora che stiamo vivendo un’età d’oro dell’hip-hop alternativo che flirta con il punk, l’emo, il metal non ci stupisce che Travis Barker abbia avuto e continui ad avere un ruolo in tutto questo.
Lo scorso anno, dopo l’uscita del singolo Dogshit, Travis Barker ha rilasciato un’intervista a Billboard nella quale raccontava della sua etichetta discografica, la DTA Records e del suo rapporto con il rap.

Stavo lavorando con molti artisti della Atlantic, come Jasiah, grandson e FEVER 333. Stavo anche lavorando con artisti che erano fuori dal sistema della Warner, come Nascar Ahloe e Machine Gun Kelly. Durante questo processo, avevo un grande rapporto con Johnny Minardi che mi ha detto: “Ehi, sai, ho parlato con Gregg Nadel, co-presidente della Elektra Records”. Avevano un interesse a fare qualcosa assieme al di fuori di me che produco e suono la batteria per qualche canzone di questi artisti. Mi hanno approcciato con una specie di accordo per un’etichetta che avrebbe fatto crescere assieme degli artisti“.

Travis Barker ha poi raccontato di quando ha iniziato a capire che poteva suonare la batteria anche nel rap e di come in questo senso Puff Daddy sia stato fondamentale:
la prima cosa che mi ha aperto gli occhi è stato quando Puff Daddy mi ha chiesto di partecipare al video di Bad Boys for Life. A quel tempo stava lavorando con Black Rob e G. Dep e stava succedendo questa cosa a New York, come Method Man e Wu Tang. Tutti stavano impazzendo e io ne ero molto entusiasta.
Poi, alcuni mesi dopo, Bun B e Pimp C mi hanno chiesto di realizzare un beat per uno dei loro progetti. È stato così naturale e mi sentivo bene a poterlo fare perché ero sempre stato ossessionato dal realizzare beat e suonare sui dischi rap.
Tempo fa ho pubblicato un disco intitolato Can a Drummer Get Some che includeva delle collaborazioni con Swizz Beatz, Game, Rick Ross e Wayne. Sono andato in tour con Wayne e Rick Ross durante il I Am Music Tour e poi ho suonato nell’album rock di Wayne e ho suonato in Drop the World. Un anno l’abbiamo suonata anche ai Grammy’s.
Io e Wayne siamo sempre stati in contatto e siamo sempre stati amici. Lo stesso con Ross. Avevo solo il beat di Gimme Brain, quindi l’ho inviato a Wayne, ci ha cantato sopra e me lo ha rimandato. Poi l’ho mandato a Ross. È stato molto facile“.

Vedere, per esempio, Travis Barker in un video mentre suona la batteria e accompagna le rime di The Game ci dimostra come questi due mondi musicali siano in perfetta sintonia tra loro e come il batterista riesca a creare congiunzioni fenomenali tra essi.

Le diverse collaborazioni tra Travis Barker e artisti come Machine Gun Kelly o $UICIDEBOY$ hanno dimostrato quanto Barker sia in un certo senso fondamentale per lo sviluppo di un suono che mischia il rap con il punk e il metal.

LE MIGLIORI COLLABORAZIONI TRA TRAVIS BARKER E ARTISTI RAP:

nothing,nowhere x Travis Barker – “destruction”

Travis e nothing,nowhere hanno sorpreso tutti nel 2019 rilasciando il loro EP congiunto Bloodlust all’improvviso unendo l’emo rap e la batteria di Travis.

“Travis ha influenzato tutta la mia vita”, ha raccontato  nothing,nowhere., “Lui è la ragione per cui da giovane ho iniziato a interessarmi ai tatuaggi ed è anche una delle principali ragioni per cui ho deciso di imparare a suonare. Lavorare con Travis è stato uno dei momenti più divertenti ed entusiasmanti della mia carriera. È stato un processo molto organico e naturale, mi sono sentito subito a mio agio, come quando ti ritrovi a casa di un amico per divertirti e creare qualcosa insieme”.

Machine Gun Kelly x YUNGBLUD x Travis Barker – “I Think I’m OKAY”

Questo brano pop-punk rap con Machine Gun Kelly e il britannico YUNGBLUD è diventato uno dei più grandi successi del 2019. Il ritornello contagioso e l’approccio pop-punk semplice e vecchia scuola lo hanno reso un pezzo fondamentale nelle serate alt-rock in tutto il mondo, diventando rapidamente la canzone più ascoltata di Travis con oltre 136.000.000 di riproduzioni su Spotify.

$UICIDEBOY$ x Travis Barker – “Aliens Are Ghosts”

Questo collegamento con il più grande gruppo hip-hop underground del momento mostra quanto Travis sia rispettato nella scena. Può collaborare con i giganti mainstream e con artisti del calibro di $UICIDEBOY$ creando un banger hard bass trap.

Travis Barker x Jasiah x Nascar Aloe – “Dogshit”

Jasiah e Nascar Aloe sono due dei nuovi nomi più promettenti in quell’ondata che si può definire trap metal carica di rabbia. Questa collaborazione con Travis è incentrata proprio sulla rabbia, dando vita a un brano in cui rap e metal si fondono in modo assolutamente inedito.

Lil Peep & XXXTentacion – “Falling Down” (Travis Barker Remix)

Non si tratta di una collaborazione ma di un remix, forse il miglior remix postumo di Falling Down, nel quale Travis è riuscito ad esaltare maggiormente lo stile di Lil Peep e XXXTentaction.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: