Il testo peggiore della settimana

Il testo peggiore della settimana

Il testo peggiore di questa settimana se lo aggiudica a mani bassissime No parla tanto di Baby Gang, anche se devo dire che anche Demone di Mambolosco non scherza. Baby Gang, però, non solo ha fatto un testo per così dire mediocre, ma ha anche pubblicato quella che ritengo essere la canzone peggiore uscita questa settimana.
In No parla tanto non si salva nulla, ma proprio nulla, neanche volendo essere generosi e io non lo sono.
Guardiamo le rime, che già chiamarle rime fa ridere: grana/puttana, infama/madama, schiaffo/schiaffo, rappavo/andavo/fumavo. Finito qui? No, ora arriva il bello: casino/nino nino/casino.

Mi dirai e ma Baby Gang non fa rap e ok, ma se lui dice di vergognarsi di far parte della scena rap italiana, dovrebbe almeno saper fare una rima. UNA eh, non di più, una basterebbe. Che poi, rime a parte, anche volendo trovare un significato, cosa dice No parla tanto? Che praticamente fin da bambino gli hanno insegnato di non parlare tanto, è una sorta di modo di dire. Ok, meno parole, più fatti però e invece qui non abbiamo nè le parole nè i fatti.

TESTO:

Mandiamo i cavallini se non dai la grana
Puniamo questa gente, frate’, che ci infama
La bocca, fra’, cucita davanti ai madama
Siamo ragazzini figli di puttana
Mamma mi diceva: “No parla tanto”
Mio padre mi diceva: “No parla tanto”
Per quello che mio fra’ non parla tanto
Ti giuro parli troppo, no parla t-

Mandiamo i cavallini se non dai la grana
Puniamo questa gente, frate’, che ci infama
La bocca, fra’, cucita davanti ai madama (Ehi, ehi, ehi)
Siamo ragazzini figli di puttana
Mamma mi diceva: “No parla tanto”
Mio padre mi diceva: “No parla tanto”
Per quello che mio fra’ no parla tanto
Ti giuro parli troppo, no parla tanto

Mi sa che zio Alan ti tira uno schiaffo
Perché zio Alan no parla tanto
Infatti quando parla io, frate’, scappo
Lui è vecchia maniera, parla con lo schiaffo
A me me li tirava prima che rappavo
Perché sapeva in giro io come andavo
Mi diceva: “Petit, devi fare bravo”
Non perché b?vevo, non perché fumavo
Ma perché ?ro in giro a fare casino
Mangiavo Rivotril, mamma che casino
Sentivi tutta sera nino, nino, nino
Galera ospedale, dopo il casino

Mamma mi diceva: “No parla tanto”
Mio padre mi diceva: “No parla tanto”
Per quello che mio, fra’, no parla tanto
Ti giuro parli troppo, no parla tanto
Ma-mamma mi diceva: “No parla tanto”
Mio padre mi diceva: “No parla tanto”
Per quello che mio fra’ no parla tanto
Ti giuro parli troppo, no parla tanto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: