6ix9ine si è preso una pausa per dimagrire. L’immagine conta più della musica?

6ix9ine si è preso una pausa per dimagrire. L’immagine conta più della musica?

6ix9ine ha pubblicato sul suo profilo Instagram alcune foto in cui aveva qualche chilo in più e ha spiegato di essersi allontanato per mesi dai social e dalla musica per perdere peso.
Uscito di prigione, dopo aver pubblicato i primi singoli, 6ix9ine ha iniziato a prendere peso e ha deciso di sparire per dedicarsi al suo corpo. A ottobre era stato ricoverato in ospedale per un’overdose di pillole dimagranti e caffeina. Ora, che ha perso i chili che voleva perdere ed è tornato in forma, è ricomparso sui social e ha pubblicato un nuovo singolo, ZAZA.

È davvero così importante essere magri? Più della musica?
Purtroppo credo di sì, soprattutto oggi, soprattutto su Instagram, soprattutto se si parla di trap. L’immagine è quasi più importante della musica. Non per tutti certo, ma per molti sì.
Guarda come da sempre criticano i chili in più di Billie Eilish, che deve lottare quotidianamente contro il bodyshaming. O Side Baby, che, dopo essersi mostrato con qualche chilo in più, è stato preso in giro sui social.
Sicuramente rapper come Fat Joe o The Notorious B.I.G. non avevano questi problemi, erano grassi, molto grassi, ma non importava a nessuno se avevano o meno dei chili in più. Spaccavano e questo contava. L’immagine era importante, ma non fondamentale. Lo stesso vale per Jake La Furia, nessuno ha mai guardato il suo giro vita o l’assenza di addominali scolpiti, è un rapper, sa rappare, spacca ed è figo così. Anzi, non sarebbe Jake La Furia se non fosse così.

Eppure oggi è diverso. L’attitudine è diversa. Non conta tanto se spacchi, ma conta come sei, che fisico hai, come porti i capelli, i vestiti che indossi, sei a metà tra un rapper e un’influencer.
Tanto che arriva un 6ix9ine, che comunque fa numeri enormi, che per perdere peso mette da parte social e musica per sei mesi per poi tornare a mostrarsi in forma.
Da una parte è sicuramente un fattore di immagine, che conta parecchio, e un mondo che ti porta a dover essere perfetto e un ottimo involucro da ammirare e copiare, dall’altra lo stare bene con se stessi. Perché per mostrarti, sia che tu abbia chili in più o una forma perdetta, devi sentirti in primis bene con te stesso. E questo vale per tutti.
I messaggi che riceviamo però sono contrastanti. Da una parte, una fetta di artisti ti dice che la diversità è un punto di forza, dall’altra c’è la rincorsa alla forma perdetta, e se non sei in forma rischi di essere preso in giro nei commenti, perché anche al pubblico, o almeno a una parte, interessa più il tuo aspetto fisico della tua musica.

E non solo nel rap. Se hai visto il documentario di Tiziano Ferro, lui racconta di quando ha iniziato a fare musica e di come i discografici erano attirati dalla sua musica, molto meno dal suo peso. All’epoca pesava più di 100 chili e per essere appetibile al mercato discografico non bastava la voce, ma ci voleva anche il fisico. Magicamente, una volta dimagrito, è iniziata la sua carriera.

Quindi, possiamo dire alcuni sono “fissati” più con l’immagine che con la musica, possiamo dare la colpa ai social, ai commenti e alla sovraesposizione mediatica, ma l’esempio di Tiziano Ferro è emblematico di come anche prima di Instagram essere magri fosse più fondamentale di avere una bella voce.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: