Emis Killa: “basta dire che Mc topolino di campagna è meglio di Drake”

Emis Killa: “basta dire che Mc topolino di campagna è meglio di Drake”

A Emis Killa è partita la brocca. Di nuovo. Ancora una volta si fa trascinare e prendere dai suoi discorsi, dalle risposte degli altri e dai commenti social. E con la fotta di un rapper che vuole mangiarsi tutti in freestyle difende e porta avanti le sue idee.

Ma cosa è successo? Emis Killa ha fatto una serie di Q&A nelle sue Instagram stories in merito al freestyle e ai freestyler. Alcune pagine Instagram hanno condiviso alcune delle sue risposte e c’è stato chi, come sempre accade, ha scritto che il suo amico, suo cugino, o Pinco Pallo è più bravo.
Del resto, di qualsiasi rapper parli, salvo due o tre intoccabili, c’è sempre qualcuno di sconosciuto meglio di lui, con più contenuti, con più flow, che fa “roba diversa dalla massa”. Quante volte hai letto commenti del genere? A volte magari è anche vero, ma se uno emerge e un altro no, per quanto l’hype e la popolarità siano in alcuni casi momentanei, un motivo ci sarà, o no?

È proprio su questo punto che Emis Killa sbotta e scrive: deve finire questa storia in cui i giganti della musica vengono messi a confronto con degli amatori. C’è sempre il fenomeno di turno che dice seee vabbè questo vale per te, ascoltati Tizio e Caio e poi ne riparliamo. Peccato che Tizio e Caio siano degli artisti mediocri che per un motivo o per l’altro non svoltano mai. Perché salvo eccezioni plateali, tipo sgorbi plateali della new generation, se uno ha più successo di altri non ammettete semplicemente che è più bravo di altri?
Mi fa sanguinare gli occhi leggere nomi di miei colleghi affermati e meritatamente collocati in alto, messi a paragone, o sminuiti affianco a nomi inesistenti, o addirittura denigrati da pidocchi con il commento facile. Io sono per le cose giuste, si trattasse anche del mio peggior nemico ne riconoscerei il talento. Basta bullshit, basta scuse, basta dire che Mc topolino di campagna è meglio di Drake.

Un lungo discorso di Emis Killa, uno dei tanti, dove però ha toccato un tema e un modus operendi molto comune sui social. Al di là che un artista possa piacere o meno, o che abbia fatto un disco o un singolo che non è piaciuto ed è stato criticato, o ancora che oggettivamente ci siano artisti in voga senza arte né parte, se un artista è seguito e la sua musica piace è inutile dire che Pinco Pallo è meglio. Magari lo è anche, ma non è un mezzo per denigrare un artista e per spingerne un altro, perché se è davvero più bravo e talentuoso, prima o poi spaccherà e se non succede, la risposta la sai già.

Peccato che comunque in Italia ci siano tanti Mc topolini di campagna e pochissimi Drake.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: