Marilyn Manson è stato scaricato dalla sua etichetta discografica

Marilyn Manson è stato scaricato dalla sua etichetta discografica

È la seconda volta in pochi mesi che un artista viene accusato di abusi e violenza e che la sua etichetta discografica decide di prendere le distanze da lui. Prima è successo con Octavian, ora con Marilyn Manson.
Dopo le accuse pubblicate su Instagram da parte della ex Evan Rachel Wood, non solo l’FBI sta indagando sulla vicenda, ma Loma Vista Recordings, l’etichetta che ha distribuito gli ultimi due dischi pubblicati da Marilyn Manson, ha deciso di scaricarlo scrivendo su Instagram:
Alla luce delle sconcertanti accuse di Evan Rachel Wood e di altre donne nei confronti di Marilyn Manson, Loma Vista interrompe qualsiasi attività di promozione del suo album con effetto immediato e considerati i preoccupanti sviluppi della vicenda, abbiamo anche deciso di non collaborare più con Marilyn Manson su progetti futuri“.

Un gesto forte, che fa finalmente vacillare anni di protezione e insabbiamenti da parte delle major nei confronti di artisti accusati di violenza sulle donne. E proprio sulla scia lanciata dalla Wood, altre donne si sono fatte avanti denunciando Marilyn Manson di abusi e violenza.

L’attrice racconta nel dettaglio alcuni abusi subiti:l’ho conosciuto che avevo 19 anni, ha abusato di me per anni. Mi ha fatto il lavaggio del cervello. Una volta mi ha legato mani e piedi, mi ha detto di inginocchiarmi e ha iniziato a picchiarmi e a imprimermi scosse nelle parti più delicate del mio corpo con un elettrostimolatore. Aveva attacchi di gelosia che lo portavano a chiudermi in una stanza, o a distruggere casa nostra, a minacciarmi. Quando volevo lasciarlo minacciava il suicidio. Ho smesso di vivere nella paura di ritorsioni e ricatti e ho deciso di mettere quest’uomo pericoloso alla berlina e di fare i nomi delle industrie che gli hanno permesso di comportarsi in questo modo, così che non possa rovinare altre vite“.

Dal canto suo Marilyn Manson commenta la vicenda asserendo che “qualcuno avrebbe deciso di manipolare il passato”. Ecco cosa scrive sul suo profilo Instagram:
naturalmente, la mia arte e la mia vita hanno sempre attirato le controversie come calamite, ma queste recenti accuse sono un’orribile distorsione della realtà. Le mie relazioni intime sono sempre state del tutto consensuali e condivise con donne che la pensavano come me. La verità è che altri hanno scelto di manipolare il passato“.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: