I migliori gossip del 2020

I migliori gossip del 2020

Era gennaio ed eravamo ancora ignari di quello che sarebbe successo da lì a un mese, tanto che il problema di molti in quei giorni era il cappotto rosa indossato da Ghali alla sfilata di Gucci. “Sei gay” gli hanno scritto sui social e lui ha risposto “anche se fosse quale sarebbe il problema?”

Negli stessi giorni era scoppiata la prima polemica del Festival di Sanremo 2020.
Amadeus, durante la conferenza stampa di presentazione, ha definito la co-conduttrice Francesca Sofia Novello “capace di stare un passo indietro rispetto a un grande uomo” e apriti cielo con le polemiche. Prontamente è arrivata anche la replica di Myss Keta, che condurrà l’Altro Festival insieme a Nicola Savino: “il posto di una donna è davanti a un uomo“.
Salmo ha declinato l’invito di Amadeus e ha deciso di non andare al Festival. Non sarà quindi uno dei super ospiti della prima puntata.

La seconda polemica ha visto come protagonista Junior Cally. Attaccato ovunque per la sua partecipazione al Festival e per i suoi testi che inneggiano, secondo i media generalisti, alla violenza sulle donne. Addirittura è stata creata una petizione per escuderlo dalla kermesse.
Finalmente il Festival di Sanremo è iniziato e per settimane non si è parlato d’altro che dei vestiti di Achille Lauro e di Bugo che lascia il palco dell’Ariston. Morgan dissa Bugo in diretta su Rai 1 e ci regala uno dei momenti migliori del 2020.

Nel frattempo qualcuno si è risvegliato dal torpore. È il caso di Roy Paci che ha risposto al dissing di Guè Pequeno con 8 anni di ritardo. E di Anastasio che ha risposto ad Egreen dopo un anno.

E in quei giorni una sola domanda girava sul web PER CHI HA VOTATO ELETTRA LAMBORGHINI? A L’Assedio Daria Bignardi ha chiesto alla Lamborghini “Sei andata a votare il 26 gennaio per le regionali in Emilia?“
Elettra risponde: “Sono tornata a Bologna solo per quello, pensa!“, ma quando la Bignardi ha cercato di capire per chi avesse votato ha risposto “No, no, giammai!“. E che cazzo aggiungerei, sono domande da fare?

Nel frattempo arriviamo a marzo e una parola entra prepotentemente nel nostro vocabolario CORONAVIRUS.
E mentre Emis Killa lo prende subito seriamente, Elettra Lamborghini e Marracash ironizzano.

In Italia abbiamo la prima zona rossa e Social Boom finge di entrare proprio nella zona rossa di Codogno per fare lo scoop del secolo. E che scoop… Il vero scoop è che è un pirletta come si dice a Milano. A Codogno non è mai entrato e si è beccato una bella denuncia per divulgazione di notizie false. Come se non bastasse è stato ospitato in collegamento a Non è l’arena di Massimo Giletti, dove a turno si è sentito dare del cretino dagli ospiti in studio.

Nel frattempo Post Malone sta malone negli ultimi video che lo ritraggono mentre rotola e sbiascica sul palco. I suoi fan si sono allarmati e hanno riempito Twitter di post nei quali chiedevano che l’artista venisse aiutato al più presto.

Esce Auto Blu di Shiva e Salmo afferma che la nuova vawe del rap italiano sia rappare su basi dance anni ’90, un po’ come Shiva con Auto Blu sulla base di Blue degli Eiffel 65. Axos concorda in parte con Salmo, ma critica Shiva: “Mi piace la nuova wave dance, trovo anche io sia molto italiana, poi, più facile di così….. Prendi i pezzi che hanno già spaccato, li rifai con la sicurezza che rispaccheranno, anche se sbagli la scala dell’autotune. Che poi in Italia è quello che hanno fatto fino ad ora con i pezzi trap nuovi americani. Almeno ora non suona come plagio, ma come remix“.
Ma Marracash e Guè Pequeno lo contraddicono  sostenendo che la musica dance viene usata da prima, almeno dal 2008 ed è stata proprio la Dogo Gang a introdurre questa pratica. La solita gara a chi ce l’ha più lungo….

Fedez è protagonista di una diatriba con il Codacons (la prima del 2020). Dopo aver smascherato una pseudo raccolta fondi per il coronavirus organizzata da Codacons, ma che in realtà era finalizzata a raccogliere fondi per il Codacons stesso, e dopo aver scoperto che l’ente parastatale ha intenzione di bloccare tutte le raccolte fondi a sostegno degli ospedali italiani organizzate tramite la piattaforma GoFoundMe, Fedez si è infuriato e ha chiesto che venisse fatta chiarezza su questo scempio. In risposta il Codacons ha provato a intimidirlo, ma Fedez non ci sta e ha mandato a fare in culo l’ente.

Mentre siamo in piena emergenza sanitaria, la gente canta dai balconi e su Instagram pullulano i covid freestyle, Gemitaiz critica Taxi B e definisce merda la sua musica, Taxi B risponde “non fotto con chi fa le cover’. A quel punto Gemitaiz fa 10 passi indietro e una giravolta sostenendo di essere amico di tutti e di augurare il meglio a tutti. E Sapo Bully interviene in difesa del compagno. Non sapendo come attaccare Gemitaiz, gli dà del 40enne sfigato pelato. Tipico insulto da bambino dell’asilo.

Lazza accusa Fedez di avergli copiato il flow usato nel brano OKAY!? tratto da GarbAge, l’ultimo disco di Nitro, nella canzone Problemi con tutti (Giuda).

Nel frattempo scoppia la lite tra Emis Killa e tha Supreme. Michele Wad Camporosso, in uno dei suoi “amatissimi” post pubblicati su Esse Magazine parla di bestemmie e apriti cielo. Emis Killa ha risposto con un provocatorio “porco d…” al quale tha Supreme ha ribattuto con un secco “cringe”. È intervenuto Gemitaiz a sostegno di Emis Killa, che ha dato del poco hip hop all’autore dell’articolo e ha spiegato come goddaman in americano sia tutt’altro che una bestemmia.
Tha Supreme ha poi proseguito la diatriba via Instagram stories: “Io non ho nulla contro Emis Killa avrei risposto così anche se avesse commentato un artista con cui ho collaborato. Quel commento non era una semplice bestemmia ma una risata in faccia a tutti i credenti che hanno quell’appiglio nella vita e affrontano i problemi così. Un conto è se lo fa un mio amico, altra storia se si parla di un rapper con un milione e mezzo di fan, che lascia intendere a chi lo prende come riferimento che chi crede non merita rispetto“.

Oltreoceano 6ix9ine è stato rilasciato, ha iniziato a litigare con buona parte della scena rap statunitense, ha pubblicato Gooba ed è stato snitchato. Per due volte in una settimana ha dovuto cambiare casa, dal momento che alcuni fan hanno scoperto e reso pubblico entrambi i suoi indirizzi.

Anche Traffik è stato rilasciato, a dare la notizia è stato Tony Effe, ma di lui poi si sono perse le tracce…

Sapo Bully ci regala uno dei momenti più trash del 2020 con la sua lite con un impiegato delle Poste italiane.

Emis Killa finisce primo in tendenza su Twitter per aver detto che una donna per potergli piacere debba essere femminile. Ovviamente le femministe e i benpensanti si sono scagliati contro di lui tanto da farlo andare primo in tendenza su Twitter.

Scoppia la polemica tra Marracash e Fedez. Chi è più impegnato socialmente?

Side Baby si è mostrato su Instagram con qualche chilo in più e ha promesso che in questi mesi si è dedicato al suo corpo e alla musica e che presto pubblicherà qualcosa.

E Nicki Minaj ha perso il rispetto di Luchè.

Guè Pequeno pubblica Mr Fini e durante una delle varie interviste promozionali, dà del fake a Ghali.

Ghali è un fake. Appartiene all’universo fashion: non sarà mai un idolo del mondo di colore“.

L’autore di DNA non perde tempo e risponde prontamente a Guè, che proprio qualche anno telefonò a Ghali perché lo voleva nella sua etichetta, Tanta Roba.

Fedez e Chiara Ferragni sono stati anche al centro di una polemica assurda scaturita dalla loro visita alla Cappella Sistina. “Avete fotografato la Cappella Sistina solo perché siete ricchi” tuonano i benpensanti su Twitter, ignorando il fatto che per poter fotografare la Cappella Sistina basta prenotare una visita guidata del costo di 80€.

Marco Mazzoli, il boss dello Zoo di 105, senza mezzi termini ha definito la musica di Sfera Ebbasta “musica di merda”.

Guè Pequeno, in un’intervista rilasciata a Rolling Stone Italia torna sull’argomento Ghali. Dopo avergli dato del fake, passa a spiegare perché non potrà mai rappresentare la comunità nera italiana.

Oggi nei quartieri c’è il neomelodico oppure c’è il trap che è comunque melodico, perché la melodia è nel nostro Dna. Quindi il mio giudizio su Ghali era riferito a questo: un artista che va in giro vestito da confetto può andare bene per una sfilata ma non ha grande credibilità di strada. Cioè non è Stormzy: il tipo in Inghilterra non va in giro vestito da ananas. Io non sono razzista né omofobo ma vedere un rapper che va in giro vestito da donna con la borsetta mi fa ridere, che poi almeno fosse gay. Boh, sono robe assurde“.

Perché Jake La Furia e Guè Pequeno non hanno più collaborato? A spiegarlo ci pensa Guè in una recente intervista: “non è che Jake non è stato coinvolto in Mr. Fini, ho provato più volte a coinvolgerlo e lui non si è fatto coinvolgere, non in questo disco, ma in Gentleman e recentemente anche in altre tracce, ma per motivi suoi assolutamente rispettabili che io non conosco non ha voluto farsi coinvolgere. In questa cosa della reunion, magari la gente pensa che sono io il cattivo che non vuole, ma io non è che non coinvolgo o per motivi particolari faccio muro e sono contro, semplicemente è così….
Non so lui che livello di voglia o di coinvolgimento abbia, è una cosa di cui non abbiamo mai parlato. Non voglio dire ah lui non si vuole far coinvolgere, quindi mi correggo, non lo so“.

La replica di Jake La Furia arriva a settembre: “Gué ha detto che lui mi ha cercato e io non gli ho risposto, non è esattamente vero, o meglio, è vero.. Te lo dico col minimo della polemica, come ha fatto lui, nel senso che lui quando parla di me, così come io come quando parlo di lui, cerca sempre di non scendere nella polemica, perché in realtà non c’è polemica in questa cosa qua. Di fatto non c’è mai stato alcun litigio alla base. Non c’è polemica, e non ci sarà“.Gué ti ha detto che lui mi ha cercato e io non gli ho risposto, non è esattamente vero, o meglio, è vero.. Te lo dico col minimo della polemica, come ha fatto lui, nel senso che lui quando parla di me, così come io come quando parlo di lui, cerca sempre di non scendere nella polemica, perché in realtà non c’è polemica in questa cosa qua. Di fatto non c’è mai stato alcun litigio alla base. Non c’è polemica, e non ci sarà“.

A luglio siamo stati avvolti da un mistero. Chi ha prodotto 2 Tiri di Lazza? Il mistero si infittisce, perché il brano ha il tag di Pi’erre Bourne, ma tra i crediti compare solo Marvin Cruz e il beat è un type beat gratuito che si trova su YouTube. Una cosa è certa: Pi’erre Bourne non ha prodotto 2 Tiri e proprio sotto un post di Lazza prende le distanze dal brano chiedendo che venga rimosso il suo nome e il suo tag.

Kanye West si è candidato alle presidenziali USA e, dopo aver tenuto un primo comizio quasi surreale, ha urinato su un Grammy Award.

Dopo anni in cui Jamil punzecchia, dissa e parla di Noyz Narcos, finalmente riceve una risposta.
Commentando un post pubblicato da Esse Magazine, Jamil ha scritto: “dal disco precedente a questo non è cambiato nulla, facevo rap prima e continuo a farlo ora. Un po’ come Noyz Narcos, con la differenza che lui fa i feat a convenienza“.
Parole che non ci suonano assolutamente nuove, dal momento che quando Noyz pubblicò Enemy, Jamil commentò “altro che Enemy, ci hai messo dentro tutta la scena nel disco, avresti dovuto chiamarlo Friends“.
Quella volta, come tante altre, Noyz ha fatto finta di niente, ma questa volta ha risposto, condividendo le parole di Jamil nelle sue Instagram stories e commentando “la differenza è che a me i feat li fanno perché mi rispettano, a te non li farebbero manco se li pagassi e non farmi fare i nomi che poi torni a lavorare al supermercato“.

Hai mai preso un paletto da fermo? Tony Effe sì e “giustamente” chiede al comune di Roma di rimuoverlo.
Comunque ragazzi, può succedere di prendere un paletto da fermo. Succede, che dobbiamo fare adesso? Ci dobbiamo fasciare la testa per un paletto? Comunque, voglio dire una cosa al comune di Roma: questo paletto del cazzo sporgeva di molto dalla strada, tant’è che lo hanno già preso due o tre volte, ma nessuno lo ha ancora tolto.
Poi è arrivato il buon Tony Effe che l’ha proprio spaccato del tutto, fate qualcosa!?

Traffik torna a far parlare di sé: è stato fermato per ben due volte dalle forze dell’ordine. Prima si è beccato una denuncia a piede libero per oltraggio e poi è stato arrestato per violazione di domicilio.

Gemitaiz riaccende un vecchio dissing con Moreno e gli chiede “che lavoro fai adesso? Il postino?

Siamo a fine ottobre, e stiamo per entrare nel secondo lockdown, quando Gallagher ci comunica la fine del rapporto tra lui e Traffik, Zoda bricia il vinile di Padre, Figlio e Spirito della Fsk e Ski e Wok sono stati derubati a Roma.

Durante la finalissima di Tale e Quale Show andata in onda venerdì (20 novembre), Ghali assiste all’imitazione che Sergio Muniz ha fatto di lui, dal divano di casa sua. E attraverso le sue stories Instagram commenta in diretta l’esibizione ed è particolarmente infastidito dal fatto che Muniz si sia dipinto la faccia di nero.

Esce Famoso, l’ultimo disco di Sfera Ebbasta che diventa il disco più streammato nelle prime 24 ore dall’uscita e lui si gongola su Instagram, ma tha Supreme non ci sta e rivendica il suo record.
Il disco di tha Supreme, con 59.533.687 milioni di stream è il disco più streammato in Italia nella prima settimana dall’uscita, seguito da Machete Mixtape 4 (54.529.936 milioni) e da Famoso (53.219.614 milioni).
A farcelo notare è tha Supreme, che condivide nelle sue stories un post con tanto di grafico pubblicato da Esse Magazine.
Sfera ribatte “le persone mentono i numeri no. Comprate i fazzolettini”.
I fazzolettini Tempo sono un chiaro riferimento al link che compare nella descrizione di un brano pubblicato da tha Supreme sul suo canale YouTube secondario.

Finisce X Factor e Machete esulta. Forse troppo.
Prima abbiamo avuto Cmqmartina, che era una vecchia conoscenza di Machete e che guarda caso è finita proprio nel team di Hell Raton. Poi abbiamo avuto la polemica di tha Supreme, che alla semifinale invita i suoi followers a votare MyDrama.
Lui cancella le stories dove dice “se MyDrama perde mi sparo” e riceve un bel po’ di shitstorm dai suoi stessi followers.
Ora abbiamo Casadilego, che, oltre ad aver vinto, ha già pubblicato il suo Ep per Sony con le produzioni di Slait, Strage e Young Miles. E abbiamo Lazza che prima invita tutti a votare per Casadilego, facendoci intuire la presenza di un featuring, e poi esulta come se avessero vinto i mondiali di calcio.

Per Natale, Fedez decide di consegnare 5.000 € raccolti su Twitch a 5 persone scelte dai suoi stessi seguaci. È stato attaccato perché nel fare beneficenza ha usato la sua macchina, una Lamborghini, tanto che il Codacons ha colto la palla al balzo e l’ha denunciato all’Antitrust per pubblicità occulta. Non solo, Fabio Volo su Radio Deejay l’ha accusato di fare beneficenza per farsi vedere.

Il 2020 sta per finire, ma ovviamente non senza polemiche e torniamo laddove è iniziato: con il Festival di Sanremo. Sono stati annunciati i 26 big in gara, Morgan è stato escluso e le polemiche si sono concentrate su Fedez, che anni fa ha dichiarato “A Sanremo si va quando le cose non vanno bene… discograficamente è così“, e che ora sarà in gara con Francesca Michielin. Lui si spiega su Twitch “Ho fatto un sacco di cose incoerenti, ma questa informazione era coerente, vi spiego perchè…“.

E siccome amiamo i gossip tanto quanto ai protagonisti piace crearli, concludo questa lunghissima kermesse con una perla di Salmo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: