I gossip della settimana

I gossip della settimana

TRIADE

Guè Pequeno, intervistato dal Corriere della Sera, ha stilato la sua lista dei migliori rapper italiani. Una lista cortissima che vede solo tre nomi: Guè Pequeno, Marracash e Fabri Fibra.
Troppo vecchio per fare il rapper? – ha detto Guè- Questa è una visione tutta italiana: i grandi rapper stranieri che prendo come riferimento sono tutti più anziani di me. Voglio essere iconico, siamo in pochi così: io, Marracash e Fabri Fibra. E finché continuo a vendere dischi e tutti i nuovi vogliono fare un pezzo con me, vuol dire che non sto rompendo i coglioni a nessuno“.


E sulla polemica Ghali?
Il politically correct è un’ossessione dittatoriale. In quel caso si trattava di una questione estetica e culturale, non legata alle scelte LGBTQ, stavo solo dicendo che non andrei in giro vestito di fucsia, con un pennacchio in testa. Perché si potrebbe pensare che, non avendo niente da dire, vestendomi in modo assurdo potrei far parlare di me“.

FAN

Gemitaiz, che in questi giorni ha fatto parlare di sé per il nuovo scazzo con Matteo Salvini, durante un’intervista rilasciata a Esse Magazine, ha speso ottime parole per Fabri Fibra.

Sotto certi punti di vista lo vedo un po’ come un mio simile. Le poche volte che riesco a vedere Fabrizio è sempre un piacere immenso, moriamo dal ridere, poi è una persona super intelligente, ma questo è palese, non lo devo dire io.
Ci tiene tantissimo a quello che fa, ha l’età che ha, nonostante il background che ha alle spalle, è una persona che se gli mando un pezzo su Whatsapp mi risponde dopo cinque minuti e dice:
Figo, lo faccio.
Un suo pezzo che mi piace particolarmente è Stavo Pensando a Te, è un Capolavoro, che va bene in qualunque momento storico, poteva essere uscito negli anni ’90, potrebbe uscire tra 10 anni e sarebbe sempre e comunque on point“.




Una fan di Jay-Z, invece, se l’è vista brutta. Si è intrufolata su un aereo diretto a Los Angeles senza biglietto per incontrare il cantante e, dopo essere sfuggita ai controlli della sicurezza, è stata arrestata. Lei ha giustificato il suo gesto dicendo che voleva andare a Los Angeles per incontrare Jay-Z.

COMMERCIALE

Rispondendo alla domanda di un fan “cosa vuol dire fare un pezzo commerciale per te?” Salmo ha risposto specificando che i dischi di platino equivalgono alla medaglia al torneo di calcetto. Fa un po’ strano sentirlo dire da lui che mostra sempre i riconoscimenti ottenuti, ma leggiamo le sue parole: “Il termine commerciale o venduto nel 2020 non ha senso. Secondo voi quanto guadagna un artista dagli streaming? Quando la discografia era in salute spendevo 14/15 euro per un solo disco. Ora mi bastano 9 euro al mese per sentire tutta la musica che mi pare. Provate a fare il calcolo, la somma dovrebbe farvi capire che la musica è quasi gratuita.
I dischi d’oro, i dischi di platino sono l’equivalente di una medaglia al torneo di calcetto. I concerti sono l’unico vero guadagno, la musica rilasciata è solo un incentivo per i live“.

LITE

Fedez ci ha raccontato in una diretta Twitch com’è nata la lite con Fabri Fibra.
Proprio nel periodo in cui dovevo prendere questa decisione, Fibra fece un’intervista. In quel periodo nessuno mi dissava, ero considerato la nuova promessa del rap. Fibra disse che ero il nuovo che avanza. Per me era un sogno, però decisi comunque di non andare con loro, andai con Tanta Roba.
Nel 2013 a RTL chiesero a Fabri Fibra un’opinione sulla mia musica e disse di non conoscermi. Io ero un ragazzino testa calda, me la legai al dito, pensai: ma perché? In realtà mi conosci! Non personalmente, ma aveva già parlato bene di me nelle interviste. Il nostro litigio nasce così, da questa stupidaggine, dal fatto che io rimasi male perché lui finse di non conoscermi“.
Successivamente Fabri Fibra fa i complimenti a Fedez per essere arrivato al primo posto della classifica con Si scrive schiavitù ma si legge libertà, Fedez pensa “ma che ipocrita, prima dice di non conoscermi, poi sono primo in classifica e mi fa i complimenti. Ero proprio una testa calda, non l’ho neanche retwittato“.

Si è riaccesa la miccia tra Gemitaiz e Matteo Salvini.
Salvini pubblica sul suo profilo Facebook un post che recita:
Se ho fan razzisti significa che non stanno bene, che non hanno capito niente della mia musica. Non puoi essere fan mio e di Salvini“, accompagnato dalla didascalia “Non la pensi come lui? Sei razzista“.
Gemitaiz commenta: “Ancora parli di me? Ancora posti le mie foto con le mie frasi? Povero fallito che non sei altro, tu e tutti questi ignoranti nei tuoi commenti siete ridicoli. Sei un razzista e un ladro. Hai più capi d’imputazione di un mafioso. Fai ridere me e tutti i miei amici“.

A quel punto Gemitaiz va su Instagram stories, dove spiega “Non è che se non la pensi come me sei razzista, è che se senti la mia musica sai che io non porto avanti certi discorsi.
Sicuramente non credo che una razza sia migliore o più importante di un’altra, caro Salvini. Quello che rimane, di sicuro, è che tu sei un fallito che ha fallito, hai rubato i soldi a tutta Italia, milioni di euro. Quindi vergognati, ancora che parli di me per racimolare like“.

TRIBUTO

Durante il suo unboxing in collaborazione con Playstation 5, Travis Scott ha voluto rendere omaggio a Pop Smoke con un tributo video.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: