I gossip della settimana

I gossip della settimana

CI SON CASCATO DI NUOVO

Giovedì (15 ottobre) Traffik ha fatto doppietta: è stato fermato per ben due volte dalle forze dell’ordine. Prima si è beccato una denuncia a piede libero per oltraggio e poi è stato arrestato per violazione di domicilio.

Andiamo con ordine. Nel pomeriggio di giovedì, Traffik raggiunge la sua ex fidanzata nei pressi di un ospedale di Novara. I due iniziano a discutere, poi a litigare in modo molto forte, tanto che è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine. Traffik inizia a inveire contro i poliziotti, viene portato in questura e rilasciato con una denuncia a piede libero per oltraggio a pubblico ufficiale.
Non contento, dopo aver insultato i poliziotti via Instagram stories, va a casa dell’ex fidanzata e, non trovandola, inizia a prendersela con la madre di lei, che chiama la polizia, che lo arresta.

LA GIORNALISTA DEL GRANDE FRATELLO

Che pasticcio lunedì a Storie Italiane su Rai 1. La conduttrice Eleonora Daniele, parlando in diretta tv con Simona Ventura di Chiara Ferragni, accusa l’influencer di non aver fatto granché in merito alla questione Covid-19: “sbaglio o non le ho sentito dire nulla riguardo il Covid? Cioè una che ha tutti quei followers, che è così conosciuta, amata eccetera eccetera dovrebbe avere una responsabilità sociale verso i ragazzi, oggi. No? Cioè, come dire, qualche messaggio in più, di un certo tipo, forse, dovrebbe arrivare. Adesso si parla di chiudere la sera, alle 22.30, i locali…Ok? Forse avrebbero dovuto arrivare proprio da questi personaggi messaggi diversi. Ok?

Pronta la risposta della Ventura: “innanzitutto è stata la prima a fare una raccolta fondi per aprire, per creare un reparto di terapia intensiva. Quando, ricordiamo, a marzo non sapevamo il nemico che stavamo andando a combattere“.

Eleonora Daniele, imperterrita, continua a replicare: “qui non stiamo parlando di marzo o aprile, durante il Covid, durante il lockdown. Ma ultimamente non abbiamo sentito parlare di questo. O sbaglio? Prima è andata in onda un’immagine, scusatemi, credo di Vanity Fair, con la Ferragni vestita da Madonna. Su questa cosa qua, io, siccome c’è il Codacons che ha fatto una denuncia… Tra l’altro Codacons è un’associazione di consumatori molto importante per la quale io ho grandissima stima e sull’argomento vorrei evitare di entrare…

Il giorno dopo arriva la risposta lapidaria di Fedez, prima via Twitter e poi con una serie di Instagram stories: “questo sarebbe servizio pubblico? Poi mi verrebbe da chiedere invece cosa ha fatto di utile durante la pandemia questa signorina visto il tono inquisitorio, l’attestato di stima per il Codacons parla da solo.L’opera di Vanity Fair e di Francesco Vezzoli comunque, per dire“.

Il nome di Eleonora Daniele finisce in tendenza su Twitter e lei inizia la nuova puntata di Storie Italiane scusandosi con i Ferragnez: “vorrei anzitutto parlarvi di una polemica nata sui social. L’altro giorno, parlando del documentario su Chiara Ferragni, ho dimenticato di sottolineare il suo grande impegno nel pieno della pandemia durante il lockdown. Mi sono già scusata sui social e lo faccio anche oggi in diretta, senza polemica. Lo sfogo di Fedez ha scatenato un bullismo nei miei confronti sui social di cui sono stata vittima. Sono sicura che Fedez ci aiuterà in questa battaglia contro il bullismo; è inutile dirlo, ma preciso che non ho nulla contro Fedez e Chiara a cui mando un grande abbraccio“.

BODY SHAMING

Sembra vecchia” è il più gentile dei commenti ricevuti da Billie Eilish dopo la pubblicazione di alcune foto che la ritraggono mentre cammina per le strade di Los Angels in canottiera e pantaloncini corti. Scattate da un paparazzo, le immagini sono state diffuse The DailyMail via Twitter e da lì la cantante è diventata nel giro di poche ore oggetto di una valanga di merda. Non è una novità per Billie Eilish, che ha spesso provato a combattere il body shaming sia nei suoi confronti che nei confronti di chiunque. Eppure, il pubblico di Twitter si scatena ancora una volta: “A me fa senso quella pancetta”; “Da qualche mese ha messo su peso anche lei”; “Comunque fa più schifo di Adele“.

CHE SCANDALO CARDI B

Cardi B ha festeggiato 28 anni e Offset le ha fatto gli auguri con un cartellone pubblicitario, ma quello che ha fatto più scalpore è un suo scatto nuda. Per sbaglio ha pubblicato su Instagram una foto senza veli qualche ora prima del party per il suo 28esimo compleanno. Nonostante la foto sia stata poi cancellata, ha fatto ugualmente il giro del web ed è diventata il meme del momento.

MORENO CHE LAVORO FAI ADESSO? IL POSTINO?

Ieri (17 ottobre) Gemitaiz si è svegliato e ha deciso di prendersela con Moreno dando vita a un teatrino veramente imbarazzante.

Nel 2013 avevo fatto una rima contro Moreno, neanche mi ricordo che rima fosse, lui aveva trovato il mio numero di cellulare e mi aveva scritto, insultandomi per quella rima, io gli avevo risposto prima ridendo e poi iniziando a deriderlo per aver cantato Parole di Ghiaccio di Emis Killa ad Amici. Un rapper che cantava la canzone di un altro rapper in un reality come quello, un talent, per me era una cosa ridicola.

Perché sto facendo tutte queste storie divertentissime? Per prima cosa è mattina, mi sono svegliato presto e non sapevo cosa fare. Il secondo motivo è che mi è comparso il ricordo di Facebook di questa cosa, io da solo non ci avrei mai pensato e terzo, vorrei far capire a tutti che non si fotte con me.
Io rappo meglio di te, se tu vuoi fare rap, con me, abbozzi. E i talent non servono a niente: è come se per imparare a cantare andaste a fare il karaoke nei bar. Magari qualcuno va ai talent, fa doppio disco di platino ma poi finisce lì.
Moreno, dove sei finito? Dove sono i tuoi dischi di platino del 2014, 2015, 2016 eccetera? Dove sono?

Moreno, che ha avuto un attimo di celebrità con le stories di Gemitaiz risponde prontamente e difende la sua carriera: “ho collaborato con Alex Britti, e il pezzo che ho fatto con Fiorella Mannoia credo valga tutta la tua discografia, ma è infantile questo discorso, vantarsi di quello che ha fatto uno rispetto a un altro, abbiamo semplicemente fatto percorsi diversi. Ci siamo conosciuti tanti anni fa, quando io facevo freestyle al Tecniche Perfette, il tuo ex socio mi faceva i complimenti e tu facevi l’ultras sotto il palco. In America si sono sempre fatte le cover, è un tributo ed Amici io ero orgoglioso di fare un brano di Emis Killa, che ha vinto gare di freestyle ed è un bravissimo rapper, in più ero in una scuola e dovevo attenermi a certe regole. In più non sono i soldi, o le certificazioni a rendere un rapper migliore di un altro, ci sono rapper underground che spaccano e non li hanno. Tu sei stato premiato per la quantità, hai fatto tanti prodotti e poi si sono accorti di te, cosa sai fare? Rappare velocemente? Lo so fare anch’io, e ho collaborato con Guè Pequeno e Fabri Fibra, rapper decisamente più forti di te, ma non ha senso analizzare cos’ho fatto io e cosa tu, abbiamo fatto percorsi diversi“.

Gemitaiz rincara la dose, smentendo di essere stato “ultras” di Moreno e conclude chiedendogli “che lavoro fai adesso? Il postino?

ERA TUTTO FAKE

Voglio scusarmi con tutti. Era un periodo molto buio. Tutti ne abbiamo e tutti facciamo delle grandi cazzate. Io mi vergogno profondamente di quello che ho fatto“. Queste le parole dell’influencer Iconize, che, dopo essere stato smascherato da Barbara D’Urso, si giustifica per aver finto di essere stato aggredito lo scorso maggio.

Qualcuno può ridicolizzare quanto accaduto dicendo chi mi sono tirato un surgelato in faccia, non è assolutamente andata così. Come mi son fatto del male lo so io. Ma quella scenetta non è assolutamente vera. È stato un momento molto brutto per me. E quel gesto è stato di autolesionismo. Ora mi prenderò una pausa anche da Internet, perché per me è diventata una gabbia. Non riesco più a distinguere tra Marco e Iconize. Forse andrò in una clinica o mi rivolgerò a uno psicologo. Scusa ancora una volta a tutti quelli che ho preso in giro“.


A maggio Iconize aveva affermato di aver subito un’aggressione omofoba a Milano, venendo picchiato e apostrofato in malo modo da un gruppetto di tre ragazzi, poi fuggiti, ma oggi scopriamo che era tutto finto.

IL MEME DELLA SETTIMANA

Da Drake, a Childish Gambino, a 50 Cens è un attimo. E così un noto meme diventa a sua volta un meme.

Evviva la televisione italiana.

View this post on Instagram

I monologhi Manuela fanelli😵

A post shared by usare GANG (@usaregangcomeintercalare) on

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: