Junino e il progetto di unire la zona 9 di Milano con tutti gli artisti emergenti

Junino e il progetto di unire la zona 9 di Milano con tutti gli artisti emergenti

Milano, non solo può essere definita una delle città cardine dal punto di vista del rap, ma è anche divisa a zone. Alcune di queste zone abbiamo imparato a conoscerle grazie ad artisti che dalla loro zona, o periferia, sono riusciti ad emergere, altre realtà invece restano nell’ombra. Se pensiamo, per esempio a Cinisello Balsamo, non possiamo non pensare a Ciny di Sfera Ebbasta, che ok non era di Cinisello, ma intanto ha portato in alto il nome di quel paese, ma Cinisello Balsamo è rappresentato anche e degnamente da Vegas Jones. Quello che però sembra mancare è una sorta di unione. Non sto ovviamente parlando di un’unione tra Vegas e Sfera, ma tra i giovani artisti della zona 9, di cui fanno parte, oltre a Cinisello Balsamo, anche Sesto San Giovanni e Bresso.
Unire quindi gli artisti emergenti di quella zona per creare qualcosa di forte e che sia identificativo della zona stessa.
È questo il progetto che ha in mente Junino, che mi ha spiegato: “con i ragazzi di Sesto, Cinisello Balsamo e Bresso ci siamo guardati intorno e abbiamo notato che non stava girando la nostra musica. Abbiamo pensato che l’unione fa la forza e quindi con Fandy, Hermano e Vov ho deciso di uscire con un progetto in comune che ha l’obiettivo di connettere Milano nord e piazzarla sulla mappa del rap game. I ragazzini erano poco motivati a supportare, già con l’annuncio di questa posse track ho intravisto una sorta di risveglio belle nostre zone e oltre tutto speriamo che la traccia piaccia“.



La traccia è uscita qualche settimana fa e si chiama Allora no ed è un primo passo per unire la loro zona.



Perché vi racconto questa storia? Perché il rap è anche questo, è unione e condivisione, non solo per divertimento e passione, ma anche per far conoscere agli altri e portare in alto il proprio quartiere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: