Le grandi promesse di X Factor 2020

Le grandi promesse di X Factor 2020

Dopo il calo di ascolti vertiginoso della passata edizione, gli autori di X Factor 2020 promettono che questa sarà una stagione scoppiettante. Del resto, come dice il detto, quando tocchi il fondo non puoi che risalire.

Eppure le premesse emerse durante la conferenza stampa tenutasi ieri sono tutt’altro che incoraggianti. A partire dalla giuria. Emma Marrone, Mika, Manuel Agnelli e Hell Raton dichiarano di essere tutti sulla stessa lunghezza d’onda e di essere una sorta di grande famiglia. Andiamo bene, per uno show televisivo, già di per sé monotono e obsoleto, se manca la verve in giuria, qualche battuta alla Mara Maionchi, o qualche scazzottata verbale, l’effetto soporifero è garantito. Del resto, visti i pochi ascolti dell’anno scorso, è comprensibile che la Signora Maionchi abbia fatto armi e bagagli.

Stupisce invece la presenza di Mika. Lo stesso Mika che l’anno scorso ha accusato i giudici di avere all’interno dei loro auricolari suggerimenti precisi da parte degli autori. Quest’anno non ci saranno gli auricolari magici? Oppure la scelta di Mika di risedersi in giuria è stata dettata da fattori economici e di visibilità?

E poi c’è Cattelan. Ancora una volta Alessandro Cattelan è al timone di X Factor, che X Factor sarebbe senza di lui? Peccato che siano anni che dichiari “questa è l’ultima edizione” e puntualmente lo ritroviamo lì. Sarà l’ultima? Lui non conferma, né smentisce. Meglio restare sul vago…

E la musica sarà scoppiettante? Se il buongiorno si vede dal mattino, ascoltando i teaser mandati dalla produzione, viene da pensare che ci abbiano fatto sentire le ciofeche per tenere le star come assi nella manica. Almeno speriamo sia così. Del resto sono mesi che la produzione e i giudici ascoltano i nuovi concorrenti e garantiscono, non solo un alto livello, ma anche un’elevata presenza di artisti con canzoni inedite.

E il rap? Ovviamente ci sarà il rap, essendo il genere che domina le classifiche, nonostante rap e talent in Italia non vadano proprio a braccietto. Speriamo che il rapper di turno non faccia la fine di Anastasio, additato con sdegno di non essere un rapper. Resta solo da vedere come si muoverà in tal senso Hell Raton. Chissà se a un ipotetico giovane talento che firma con Machete gli avrebbe mai consigliato di partecipare a X Factor…

Insomma, senza voler giudicare un libro dalla copertina, l’edizione 2020 si prospetta tutt’altro che scoppiettante. Staremo a vedere se le promesse saranno mantenute.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: