Com’è nato il fenomeno del twerk?

Com’è nato il fenomeno del twerk?

Se pensiamo al twerk non possiamo non pensare a Cardi B, Nicki Minaj e in Italia a Elettra Lamborghini. Indubbiamente negli ultimi anni il twerk è ballo più in voga, soprattutto tra le adolescenti ed è stato portato alla ribalta dall’interpretazione di Miley Cyrus agli MTV Awards del 2013.

 

 

 

 

Ma dov’è nato questo fenomeno? Innanzitutto il twerk deriva da un ballo sacro della Costa D’Avorio, chiamato Mapouka, che era praticato durante la preghiera, era un modo con cui le donne ringraziavano le loro divinità per averle donato forme generose e salute.

 

Il termine twerk, però, nasce negli anni ’90 a New Orleans, dove la musica Hip Hop in quel periodo suonava BOUNCE, un ritmo caratterizzato da un rimbalzo ritmico molto serrato. Dai quartieri a luci rosse di New Orleans, dove le ragazze improvvisavano sexy twerking a ritmo di bounce music, questa forma di ballo ha iniziato a diffondersi rapidamente in tutti gli Stati Uniti, dove di fatto il twerk si pratica da 30 anni.

Il fenomeno del twerk si diffonde rapidamente e sono stati molti gli artisti che in quel periodo invitavano a twerkare, come i gemelli Ying Yang e il loro singolo Whistle While You Twerk, che, imitando i sette nani che andavano a lavoro fischiettando, invitavano il loro pubblico a fischiettare twerkando.

 

 

 

 

Bisogna poi aspettare il 2010 per vedere le prime twerkers spopolare realmente: sono le ragazze del Twerk Team, che hanno ottenuto un vero e proprio boom su YouTube.

 

 

 

 

Da lì in poi il twerk è stato adottato da molte star internazionali, diventando il loro marchio di fabbrica, come Nicki Minaj, Miley Cyrus, Iggy Azalea, Cardi B, Rihanna, Beyoncè, Jennifer Lopez.

 

 

 

 

Il twerk possono praticarlo tutti ed è considerato un ottimo allenamento cardio e di tonificazione, tanto che viene insegnato in numerose parlestre in tutto il mondo ed esistono pure dei campionati ufficiali annuali nazionali ed internazionali.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: