Quante querele prenderà Fedez per Roses Remix?

Quante querele prenderà Fedez per Roses Remix?

“Fedez non fa rap”, “Fedez non è un rapper”, ah no? E Roses Remix cos’è? No perché proprio ieri abbiamo assistito a un rapper, Lazza, considerato uno dei migliori della scena che per aver detto “Zzala, scopo la scena, le faccio un video
e lo mando in un gruppo su Telegram” nelle 64 Bars di Red Bull ha chiesto scusa, qui invece abbiamo Fedez che nomina mezza scena politica in una strofa e che udite udite non è corso su Instagram a scusarsi.

Del resto Fedez l’aveva detto: ho scritto una strofa da querele e così è stato. Roses, il nuovo singolo di Fedez con Dargen D’Amico, è il remix di Roses di Saint Jhn, ma all’attitudine disco del brano originale Fedez aggiunge una serie di frecciatine per niente velate a Gasparri, Salvini, Fontana, i Benetton, Dell’Utri e ai sacerdoti pedofili. “Meglio bimbe di Conte che bimbe dai preti”.

Abbiamo un Fedez in grandissima forma che dice cose che crede su una musica non sua, stravolgendo la frase di Dargen in Il rap per me: “il rap per me è dire cose che non credi su una musica non tua“, ma Fedez nelle cose che dice ci crede eccome. Punzecchia, critica, se ne fraga del politicamente corretto e soprattutto non chiede scusa.

 

 

 

 

Una lunga lista di succose frecciatine che trova il suo culmine con Maurizio Gasparri e Marcello Dell’Utri, lo stesso Gasparri che lo ha da poco querelato:

Senza testa l’uomo sopravvive pochi istanti
Eccezion fatta per Gasparri
Esco a prendere un po’ d’aria come ha fatto Dell’Utri
Ma mi rinchiudo in casa appena sento due starnuti

 

Matteo Salvini e l’episodio dell’estate scorsa a Papeete Beach e ai mezzi nautici della polizia:

Quest’anno niente bagno
Ultima spiaggia, Salò
Salvini non può più rubare
I poliziotti in pedalò
Niente trenino, Brigitte Bardot
Chissà se Totò userebbe Tik Tok

 

Attilio Fontana, il governatore della Regione Lombardia che non ha gestito nel migliore dei modi la pandemia da covid-19:

Prenoto la pensione come Attilio Fontana
“Questa pianura era tutta Padana”
Regalo delle rose ad uno affetto stabile
“Oh, cazzo sei Fedez regalami uno stabile!”
Rocco Casalino, di cui Fedez aveva già parlato durante una recente intervista a Peter Gomez, nella quale aveva dichiarato “Casalino è una figura polarizzante e sappiamo tutti che è un personaggio che non ha meriti“, ora invece dice:

Sogno un rosé, il Salento per me
Ma c’è Rocco Casalino che mi caccia dal privé

 

Ma con Giuseppe Conte Fedez abbassa il tiro e sembra avere parole d’elogio su come ha gestito l’emergenza:

Nuovi divieti dentro ai decreti
Meglio bimbe di Conte che bimbi dai preti
I social sono scatenati con meme divertenti e ironici, Fedez rincara la dose divertendosi a condivirli e la strofa di Dargen passa in secondo piano, come se fosse il corollario alle possibili querele che potrebbe beccarsi Fedez. Ma in fondo che sarà mai una querela in più? Eppure quella di Fedez è una sana e irriverente satira politica, che come tale è ricca di verità, i personaggi citati saranno davvero così “stupidi” da non coglierla? Intanto molti aspettano la risposta di Salvini, questa volta, dopo averle provate tutte, si darà a una gara di freestyle? 

 

 

 

 

Please follow and like us:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: