I gossip della settimana

I gossip della settimana

FAKE

 

In un’intervista rilasciata al Corriere, Guè Pequeno, rispondendo alla domanda L’Italia è razzista?, dà del fake a Ghali.

Lo si capisce dai cori allo stadio… Semplificando il discorso: in Italia il calcio è tutto, le tifoserie sono a destra, non c’è quindi da stupirsi dei risultati di Salvini. Non avremo mai un rapper nero al numero 1. Ghali è un fake. Appartiene all’universo fashion: non sarà mai un idolo del mondo di colore“.

 

L’autore di DNA non perde tempo e risponde prontamente a Guè, che proprio qualche anno telefonò a Ghali perché lo voleva nella sua etichetta, Tanta Roba.

 

 

 

 

RICCANZA

 

Drefgold, ospite a Muschio Selvaggio da Fedez e Luis Sal, si lascia andare in un discorso sulla percezione che il pubblico ha in merito alla ricchezza reale degli artisti. “No, io sono veramente ricco” è la battuta raggelante e veritiera di Fedez.

 

 

 

 

Fedez e Chiara Ferragni sono stati anche al centro di una polemica assurda scaturita dalla loro visita alla Cappella Sistina. “Avete fotografato la Cappella Sistina solo perché siete ricchi” tuonano i benpensanti su Twitter, ignorando il fatto che per poter fotografare la Cappella Sistina basta prenotare una visita guidata del costo di 80€. Ci sarà il boom di visite ora?

 

 

 

 

Young Thug non bada a spese e per il 27esimo compleanno di Gunna gli regala niente popo di meno che una Rolls Royce.

 

 

 

 

Anche Travis Scott e Kylie Jenner non badano a spese e sono appena comprati una villa a Beverly Hills del modico valore di 23,5 milioni di dollari.

 

 

IMG_6475-720x720

 

 

Chi invece non ha speso un euro è stato Emis Killa. Al centro del chiacchiericcio su quanto avesse pagato Westside Gunn per il featuring, Emis ribatte “neanche un euro”.

 

Screenshot_20200617-184230_Instagram

 

 

X FACTOR

 

I nuovi giudici della prossima edizione di X Factor sono appena stati annunciati e già parte la polemica.
Fedez, intervistato da Vanity Fair commenta:
“Conosco tre giudici su quattro: sono degli amici, sono contento che siano lì. Spero che riescano a far risalire un programma che non meritava il tracollo che ha avuto l’anno scorso. Era giusto che tornassero delle personalità come loro“.
Di altra natura è invece il commento di Emis Killa che, proprio prima dell’annuncio ufficiale, era stato dato come possibile giudice: “Sono sincero: la scelta di Hell Raton mi ha stupito. Non è un personaggio così popolare, e anche nel mondo del rap non lo è mai stato. Ai tempi ha avuto un buon periodo con i Machete, poi si è messo dietro le quinte e come tutti i bravi manager non si è mai messo in vista. Gli faccio l’in bocca al lupo, spero che se la giochi bene. Quando qualcuno del nostro fa bella figura ci guadagnamo tutti, quindi gli auguro ogni bene…”

Emis Killa non nega di essersi proposto per il talent show di Sky Uno e di non essere stato preso: “Io giudice ad X Factor? Mi sarebbe piaciuto perché è un format che ho seguito soprattutto agli albori. Sky ha sempre delle belle produzioni. Sicuramente, se mi avessero chiamato, avrei accettato. Mi ero anche proposto lo scorso anno, ma credo che fossero già in direttura d’arrivo con Sfera Ebbasta. Quest’anno non c’è stato nessun contatto: io non mi sono proposto, loro non mi hanno chiamato. Non so come sia uscita questa notizia”.

 

 

 

 

FECI

 

Hanno fatto parecchio discutere le parole di Marco Mazzoli, il boss dello Zoo di 105, che senza mezzi termini ha definito la musica di Sfera Ebbasta “musica di merda”.

 

 

 

 

Sfera Ebbasta risponde via Instagram stories e ottiene anche il supporto di Luchè.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: