Luchè: “Nicki Minaj ha perso tutto il rispetto che avevo per lei”

Luchè: “Nicki Minaj ha perso tutto il rispetto che avevo per lei”

Da quando 6ix9ine ha annunciato il featuring con Nicki Minaj è scoppiata una polemica gigantesca sui social. Prima su Twitter e poi su Instagram, Nicki è stata duramente attaccata per aver deciso di collaborare con 6ix9ine che per molti resta uno snitch.

Ieri la diretta Instagram nella quale 6ix9ine ha risposto a Future, Meek Mill e Snoop Dogg svelando un po’ dei loro altarini e dicendo tra le altre cose che Mill è famoso proprio grazie a Nicki Minaj, che ha preso parte alla diretta.

 

 

 

 

Nicki Minaj parla anche della differenza tra il music business e la vita reale di strada e quale sia per lei il significato di snitch. Secondo la cantante, infatti, bisogna fare una netta distinzione tra quello che è la musica e quella che è invece la vita in strada e ci sono diversi tipi di snitch. Oltretutto Nicki sostiene anche che molti altri rapper abbiano snitchato, ma non sono stati additati e marchiati come 6ix9ine, stava forse parlando di Snoop Dogg?

 

Basta guardare i commenti di alcune pagine statunitensi per rendersi conto che il pubblico è diviso in questa collaborazione tra 6ix9ine e Nicki Minaj: c’è chi la ritiene una bomba e chi la critica duramente.

 

In questo contesto si è inserito anche Luchè che ha commentatoNicki è disperata, peggior mossa di sempre, ha perso tutto il rispetto che mi era rimasto per lei. Una hit dura per un po’, il rispetto è la cosa più difficile da guadagnare“.

 

Dopo aver perso il rispetto di Luchè, Nicki Minaj non saprà sicuramente come poter andare avanti nella sua vita e nella sua carriera artistica, ma una domanda sorge spontanea: Luchè per commentare avrà usato il famoso telefonino inglese? Ironia a parte, il pensiero di Luchè è il medesimo di tantissimi ascoltatori di rap americano e di molti fan di Nicki stessa, ma davvero collaborare con 6ix9ine è così deplorevole? Ok, ha snitchato, ma non è l’unico ad averlo fatto e per questo dovrebbe essere marchiato a vita e isolato dal resto della scena americana? Sembra quel tipo di atteggiamento mediatico che porta a etichettare e isolare un artista e che anche in Italia è successo diverse volte, con Fedez per esempio, ma anche con J-Ax quando gli davano del venduto, con Mambolosco che ha snitchato, o con Laioung e la storia delle minorenni. È giusto quindi che un artista venga marchiato e isolato?

 

Un discorso da bambini di prima elementare, della serie “se stai con lui non sei più mio amico”, ma che senso ha? Stiamo parlando di musica, non di storie di strada e Luchè che parla di rispetto e credibilità è lo stesso Luchè che ha dato vita a un teatrino social imbarazzante con Salmo che ha tenuto banco per settimane l’estate scorsa e che ha pubblicamente dichiarato di mostrare al pubblico alcuni messaggi contenuti sul suo fantomatico telefonino inglese, è questa la credibilità che decanta?

 

Nell’ipotesi più assurda e surreale nella quale 6ix9ine chiedesse un featuring a Luchè, il buon Luca cosa risponderebbe? “No perché sei uno snitch?” Oppure lo farebbe seduta stante. Mi sembra che siamo tutti bravi a sentenziare col culo degli altri.

 

Senza contare il fatto che, comunque vuoi guardare la vicenda del featuring di Nicki Minaj con 6ix9ine, nessuno dei due ha bisogno di popolarità l’uno dall’altra e i risultati di Gooba lo hanno dimostrato ampiamente.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: